Cronaca

Presunte molestie a due commesse. A giudizio il datore 62enne

L’uomo, originario di Calimera, si dovrà presentare dinanzi ai giudici della seconda sezione collegiale del Tribunale di Lecce. E’ accusato di aver abusato di un paio di ragazze, di età compresa tra i 20 e i 25 anni, che lavoravano presso il suo esercizio

Un'aula di tribunale (Foto di repertorio)

LECCE – Si aprirà il prossimo primo luglio, dinanzi ai giudici della seconda sezione collegiale del Tribunale di Lecce, il processo nei confronti di un 62enne di Calimera accusato di aver abusato di alcune commesse che lavoravano nel suo esercizio commerciale. L’uomo, secondo l’ipotesi accusatoria, avrebbe palpeggiamento e toccato nelle parti intime due ragazze tra i 20 e i 25 anni. L’imputato, inoltre, avrebbe rivolto loro apprezzamenti di chiara natura sessuale. L’uomo è stato rinviato a giudizio dal gup Antonia Martalò, al termine dell’udienza preliminare.

I fatti contestati risalirebbero all’estate 2012, quando le due giovani donne hanno prestato servizio nella sua attività commerciale, in una delle marine leccesi. A dare avio all’inchiesta la denuncia delle presunti vittime, stanche degli atteggiamenti molesti del loro datore di lavoro. L’imputato si è sempre difeso sostenendo che il suo modo fare scherzoso, privo di qualsiasi forma di carattere sessuale. Secondo il 62enne le denunce delle ex collaboratrici sarebbe stata una sorta di ritorsione legata a ragioni economiche. Per questo il suo difensore ha chiesto di integrare gli elementi probatori con ulteriori testimonianze, che avverranno in sede dibattimentale. Le presunte vittime, che si sono costituite parte civile nel processo, hanno presentato una richiesta di risarcimento danni di 80mila euro ognuna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunte molestie a due commesse. A giudizio il datore 62enne

LeccePrima è in caricamento