Cronaca

Presunti abusi su una cameriera, a giudizio 45enne ristoratore leccese

Dovrà difendersi dall'accusa di violenza sessuale Carmelo Bascià, 45enne leccese, imprenditore nel settore della ristorazione. Il gup di Lecce Antonia Martalò, lo ha rinviato a giudizio al termine dell'udienza preliminare

 

LECCE – Dovrà difendersi dall’accusa di violenza sessuale Carmelo Bascià, 45enne leccese, imprenditore nel settore della ristorazione. Il gup del Tribunale di Lecce, Antonia Martalò, lo ha rinviato a giudizio al termine dell’udienza preliminare che si è svolta questa mattina. L’uomo, secondo l’ipotesi accusatoria, del fascicolo è titolare il sostituto procuratore Paola Guglielmi, avrebbe molestato una donna di 35 anni che lavorava in un pub di cui è titolare l’imputato. I fatti si riferiscono al 3 agosto del 2011. Il 45enne avrebbe raggiunto la presunta vittima nel bagno del locale, dove stavo svolgendo le pulizie, e avrebbe iniziato a palpeggiarla, cercando di abusare di lei. La 35enne sarebbe però riuscita a divincolarsi e a uscire dalla toilette, raggiungendo l’esterno del locale. Per un po’ avrebbe continuato a prestare servizio ai tavoli, seppur in evidente stato confusionale, tanto da attirare le ire dell’imputato che, a suo dire, l’avrebbe anche insultata.
 
La 35enne si sarebbe quindi allontanata dal pub per raggiungere l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove i medici le avrebbero diagnosticato un forte stato d’ansia. Con il referto medico la presunta vittima si è poi recata al posto fisso di polizia per denunciare le violenze subite. Da quella denuncia si è poi sviluppata l’inchiesta che ha portato al rinvio a giudizio dell’uomo. Il processo si aprirà il prossimo 2 luglio dinanzi ai giudici della seconda sezione collegiale del Tribunale di Lecce. Bascià è assistito dall’avvocato Amedeo Martina.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunti abusi su una cameriera, a giudizio 45enne ristoratore leccese

LeccePrima è in caricamento