Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Presunti abusi sulla cugina 13enne, operaio condannato in abbreviato a 28 mesi

Due anni e quattro mesi è la condanna inflitta in abbreviato a un 21enne del Basso Salento, assistito dall’avvocato Fabio Ruberto, coinvolto in una presunta storia di violenza sessuale che sarebbe stata consumata in ambito famigliare, ai danni di una cugina 13enne (all’epoca dei fatti)

LECCE – Due anni e quattro mesi è la condanna inflitta in abbreviato a un 21enne del Basso Salento, assistito dall’avvocato Fabio Ruberto, coinvolto in una presunta storia di violenza sessuale che sarebbe stata consumata in ambito famigliare, ai danni di una cugina 13enne (all’epoca dei fatti). La sentenza è stata emessa dal gup Giovanni Gallo, che ha riconosciuto all’imputato le doppie attenuanti generiche e di aver risarcito la parte offesa. Il pubblico ministero Stefania Mininni aveva chiesto una condanna a 2 anni e sei mesi di reclusione.

Le indagini erano state avviate dagli agenti ddi polizia, che avevano raccolto la deposizione di una zia della presunta vittima, che aveva sorpreso i due in atteggiamenti intimi, con la 13enne in lacrime. Secondo l’ipotesi accusatoria l’imputato aveva abusato della cuginetta. Accuse che la 13enne aveva in gran parte smentito in sede di incidente probatorio (con il cosiddetto ascolto protetto), precisando che il cugino si era “limitato” ad abbassare la cerniera dei pantaloni.

Bisognerà ora attendere il deposito delle motivazioni della sentenza per avere un quadro più chiaro della vicenda, poi la difesa presenterà appello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunti abusi sulla cugina 13enne, operaio condannato in abbreviato a 28 mesi

LeccePrima è in caricamento