Cronaca

Presunti illeciti legati al concorso comunale, due assoluzioni e una condanna

Primi verdetti, in abbreviato, nell’inchiesta relativa a un concorso legato al Comune di Sanarica che risale al lontano 2011

LECCE – Due assoluzioni e una condanna nel giudizio abbreviato scaturito dall’inchiesta sui presenti illeciti relativi a un concorso legato al Comune di Sanarica che risale al lontano 2011. Una lunga e complessa vicenda giudiziaria fatta di esposti, ricorsi al Tar e indagini, che ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati di ben quattrodici persone.

Oggi il gup Carlo Cazzella ha condannato a un anno (pena sospesa) Antonio Manzo, 63enne di Botrugno, accusato di abuso d’ufficio come dirigente incaricato della nomina della commissione esaminatrice. Il 63enne è assistito dall’avvocato Mauro De Giorgi.

Assolto con formula piena, perché il fatto non sussiste, Fabio Ferrari, 47enne di Lecce. L’avvocato Giuseppe Corleto, difensore del 47enne, ha dimostrato l’assoluta estraneità del suo assistito ai fatti contestati, documentando l’assoluta correttezza del suo operato. Ferrari, stimato professionista, vanta una lunga esperienza nell’amministrazione pubblica, dove ha ricoperto diversi incarichi con competenza e professionalità. Assoluzione anche per Luca Perrone, 42enne di Sanarica, accusato di abuso d'ufficio e falso ideologico, assistito dall’avvocato Andrea Starace.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunti illeciti legati al concorso comunale, due assoluzioni e una condanna

LeccePrima è in caricamento