Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Sanarica

Presunti illeciti legati al concorso comunale, in tre chiedono il rito abbreviato

Per gli altri undici imputati il gup Carlo Cazzella dovrà decidere, nella prossima udienza, un eventuale rinvio a giudizio

LECCE – Si scinde in due tronconi l’inchiesta sui presenti illeciti legati a un concorso legato al Comune di Sanarica che risale al lontano 2011. Una lunga e complessa vicenda giudiziaria fatta di esposti, ricorsi al tar e indagini, che ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati di ben quattrodici persone. Tre di loro hanno chiesto il giudizio con rito abbreviato: L.P., 41enne di Sanarica; F.F,. 46enne di Lecce; e A.M., 63enne di Botrugno. L’udienza è stat fissata al prossimo 8 marzo dinanzi al gup Carlo Cazzella.

Nella stessa data il giudice dovrà decidere se rinviare a giudizio gli altri imputati, tra cui l’ex sindaco. Oggi, nel corso dell’udienza preliminare, la discussione dei legali. La decisione è slitta al 25 gennaio dopo le repliche del pubblico ministero Elsa Valeria Mignone.

Nel collegio difensivo gli avvocati Giuseppe Corleto, Alessandro Stomeo, Amilcare Tana, Ester Nemola, Raffaele Di Staso, Luigi e Alberto Corvaglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunti illeciti legati al concorso comunale, in tre chiedono il rito abbreviato

LeccePrima è in caricamento