Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Presunti illeciti nella realizzazione di un agriturismo, in quattro a processo

Il gup ha rinviato a giudizio quattro degli imputati coinvolti nell'inchiesta, disponendo il non luogo a procedere per due

LECCE – Sarà un processo a stabilire se vi siano degli illeciti nella realizzazione dell’agriturismo “Il Poeta Contadino” sulla Lecce-San Cataldo. Il gup Alcide Maritati ha rinviato a giudizio: Luigi Maniglio, 65enne, all’epoca dei fatti dirigente dell’ufficio urbanistica; Stefano Quarta, 36enne leccese; Vincenzo Gigli; e Antonio Guido, 61 anni di San Pietro in Lama. I reati contestati a vario titolo sono di falso ideologico e abusivismo edilizio. Il processo si aprirà il 10 luglio dinanzi al giudice della seconda sezione penale.

Non luogo a procedere, invece, per Antonio D’Andrea, 52enne leccese assistito dall’avvocato Giuseppe Corleto, e Valentina De Luca, 34enne.

Alla base dell’inchiesta la trasformazione della destinazione d’uso dell’area e alcuni illeciti nella realizzazione della struttura, per cui la Procura ha ipotizzato l’abusivismo edilizio. Tesi che saranno ora approfondite e stabilite a dibattimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunti illeciti nella realizzazione di un agriturismo, in quattro a processo

LeccePrima è in caricamento