menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Prima chiede se può raccogliere la legna in giardino, poi tenta di rubarla

Denunciato a Merine un 21enne acciuffato da un poliziotto libero del servizio, che abita nelle vicinanze, subito dopo aver scavalcato il muro di cinta di una proprietà privata di un'anziana. La donna l'ha riconosciuto come il giovane volenteroso che aveva bussato alcuni giorni prima

MERINE (Lizzanello) – Prima la proposta, in via amichevole, quella di un ragazzo apparentemente volenteroso e desideroso di guadagnare qualche spicciolo facendo lavoretti. Poi, direttamente la visita a domicilio (anzi, dentro il domicilio), molto meno amichevole.

Peccato che di lui si sia accorto un agente di polizia, libero dal servizio, che abita in zona e che l’abbia acciuffato, chiamando nel frattempo anche i colleghi delle volanti. Della sua intrusione la padrona di casa, una donna in pensione di 78 anni, non se n’era nemmeno accorta. Tutto questo è avvenuto alla periferia di Merine (frazione di Lizzanello), lungo la strada comunale Acaia.  

Quando gli agenti hanno portato il giovanotto davanti alla donna, ha subito capito chi fosse: lo stesso che qualche giorno prima si era presentato a casa, citofonando e chiedendo se si fosse potuto rendere utili in qualche modo. Per esempio, raccogliendo la legna. Quella stessa legna accatastata in giardino che questa mattina, a quante, avrebbe cercato di rubare, una volta scavalcato il muro di cinta.

L’agente, però, era nelle vicinanze e pare l’abbia notato proprio al momento del salto, chiamando la proprietaria. Per il giovane, 21enne, anch’egli residente nei paraggi, è scattata la denuncia per il tentativo di furto. L’anziana ha sottolineato che quando qualche giorno prima si era presentato alla porta, con lui c’erano anche altri ragazzi, che però avevano destato in lei qualche sospetto nell’atteggiamento.

Anche per questo aveva declinato l’invito, pur ricevendo in cambio il suo numero di telefono. “Chiami, se ha bisogno”, le aveva detto il 21enne, accomiatandosi. Questa mattina, però, s’è presentato da solo ed evidentemente non armato delle migliori intenzioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Stanchezza in primavera, ecco perché

  • Sicurezza

    Come utilizzare l’aceto per le pulizie di casa

  • Cucina

    Melanzane marinate all’aceto, fresche e veloci

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento