Prima lo aggredisce e lo minaccia, poi gli ruba l'auto e fugge. Denunciato

Protagonista un 65enne di Scorrano. A Mellissano, invece, due minorenni nei guai per aver danneggiato il ciclomotore di un coetaneo

LECCE – Prima lo ha percosso e minacciato di morte, poi si è impossessato della sua auto, una Golf, con cui si è allontanato. Protagonista di un pomeriggio di ordinaria follia un 65enne di Scorrano. G.L., rintracciato dai carabinieri al termine di un’indagine lampo. L’uomo è stato denunciato per furto aggravato, percosse e minacce. L’autovettura, recuperata dai militari, è stata consegnata al legittimo proprietario.

A Melissano, invece, dopo la querela sporta dai genitori di un 16enne del posto, i carabinieri hanno denunciato due minorenni, rispettivamente di 16 e 17 anni, per lesioni personali, ingiurie e danneggiamento in concorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sera del 7 settembre si sono impossessati del ciclomotore della vittima, riconsegnandolo dopo circa 30 minuti con vistosi danneggiamenti in più parti della carrozzeria e con all’interno del bauletto un sacco di rifiuti, e lo hanno colpito con calci e pugni. Il malcapitato, visitato dalla guardia medica, ha riportato lesioni guaribili in pochi giorni. Della vicenda si occuperà ora il Tribunale per i minorenni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento