Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Primario appena insediato: intervento su neonato con malformazione

Carlo Rossi dirige dal 1° marzo l'unità operativa complessa di chirurgia pediatrica dell'ospedale "Ferrari" di Casarano. Il 5 era già in trincea al "Fazzi" per una complessa operazione su un bimbo affetto da una malformazione congenita ano-rettale. Soddisfatto Gorgoni per lo standard qualitativo

LECCE – Un inizio con i fiocchi. Carlo Rossi, il nuovo primario dell'unità operativa complessa di chirurgia pediatrica dell'ospedale “Ferrari” di Casarano, si è presentato subito, insediato, dovendo affrontare un intervento particolarmente delicato su un neonato ricoverato presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. L’intervento risale, per la precisione, al 5 marzo scorso, ma l’Asl ne ha dato notizia solo ora, considerato forse anche il fatto che il decorso sembrerebbe favorevole per il piccolo paziente.

Il bimbo, illustra la direzione generale dell’Azienda sanitaria locale, è nato presso il reparto di ostetricia-ginecologia dell'ospedale del capoluogo, affetto da una malformazione congenita ano-rettale. Lo specialista è stato coadiuvato da un’equipe (tra chirurghi pediatrici, anestesisti e infermieri strumentisti) dell'ospedale di Casarano e si è avvalso anche della collaborazione e del supporto dei professionisti dell’unità di terapia intensiva neonatale dello stesso “Vito Fazzi”.

Si è trattato di un complesso intervento di correzione della malformazione, anoplastica e colostomia. Le condizioni generali del neonato sono buone, assicurano gli esperti, ed è in programma che sia trasferito presso la chirurgia pediatrica dell’ospedale di Casarano per proseguire le cure.

Carlo Rossi, originario di Pescara, si è insediato soltanto il 1° marzo scorso alla direzione dell’unità casaranese. Si è laureatosi nel 1979, specializzandosi a Bologna nel 1985. La sua carriera è iniziata nel 1981 nell'ospedale di Pescara, sotto la guida di Vincenzo Jasonni.

Dal 1988 è professore a contratto di tecnica operatoria e chirurgia pediatrica della scuola di specializzazione in chirurgia pediatrica dell'università di Chieti, disciplina di cui è docente presso varie scuole e corsi di laurea. E’ socio della Società italiana di chirurgia pediatrica, nella quale è stato consigliere per due mandati.

Ha effettuato, come primo operatore, 5mila 523 interventi chirurgici (casistica fino al 31 dicembre 2011) ed ha trattato, sia dal punto di vista diagnostico, sia terapeutico, tutte le patologie d’interesse chirurgico pediatriche, ma in particolar modo le importanti malformazioni congenite che meritano un inquadramento diagnostico precoce ed un trattamento chirurgico in epoca neonatale.

Soddisfazione è stata espressa dallo staff di Casarano, che s’è già distinto nel tempo, e dal direttore generale Giovanni Gorgoni. Che così commenta: “Questo primo intervento di chirurgia neonatale è la dimostrazione che nei nostri ospedali si riesce a fare, come in molti casi quotidiani meno noti, medicina di alta specializzazione, ma dimostra anche, con la sinergia tra più equipe ospedaliere, che sappiamo essere azienda in maniera efficace”.

“Finora - continua Gorgoni - le famiglie sono state costrette a emigrare dal Salento per curare i loro piccoli. Ora, grazie alla collaborazione di quanti hanno reso possibile tra Casarano e Lecce l'intervento, sarà possibile elevare gli standard qualitativi di un settore  della sanità così particolare e specialistico, assicurando gli interventi anche nelle strutture del nostro territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primario appena insediato: intervento su neonato con malformazione

LeccePrima è in caricamento