Prime verifiche sui prezzi al consumo: più cari alcuni prodotti per la casa

Gli agenti di polizia locale hanno avviato i controlli, soprattutto su generi alimentari e articoli di prima necessità. Aumenti giustificati con i costi di filiera

Foto di repertorio.

LECCE – La polizia locale, come disposto ieri dal sindaco, Carlo Salvemini, ha iniziato una verifica sul prezzo dei prodotti, soprattutto di prima necessità, in vendita negli esercizi di Lecce autorizzati all’apertura.

Il costo di farina, uova, frutta, verdura e di prodotti come detergenti e disinfettanti sono stati quelli maggiormente passati in rassegna dagli agenti. Un aumento è stato riscontrato per articoli per la casa, ma motivato dal rincaro nella filiera di distribuzione: gli esercenti si sono giustificati esibendo le fatture. Sono poi proseguiti i controlli per la verifica del rispetto del distanziamento fisico all’interno 78 attività commerciali e non sono state riscontrate irregolarità.

Posti di controllo per gli spostamenti in auto sono stati istituiti in viale Porta d’Europa, via Monteroni, sulla provinciale Lecce-San Cataldo e presso la stessa marina. Presso il City Terminal di piazzale Carmelo Bene è giunto un bus di linea, proveniente da Matera, con un unico passeggero a bordo, munito di valida autodichiarazione: per lui è scattato l’obbligo di quarantena. Stessa sorte per una cittadina di origine austriaca, ma residente a Lecce, rientrata da un viaggio di lavoro e intercettata all’arrivo in città presso una società di autonoleggio. Nel complesso sono state acquisite, senza contestazioni, 117 autocertificazioni.

I volontari di “Lecce solidale” hanno ricevuto 162 chiamate, di cui 96 per ritiro di farmaci e 28 per la consegna di generi alimentari (per il resto generiche richieste di informazione). Sempre attivo, infine, il numero 360.1055312, che riceve sms, messaggi su Whatsapp e Telegram, dedicato alla comunità leccese di sordi e audiolesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

Torna su
LeccePrima è in caricamento