Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Minacce, molestie e aggressione nei confronti di una donna. A giudizio 49enne

Dovrà difendersi dalle accuse di stalking, minacce, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, Antonio Bianco, 49enne di Martano rinviato a giudizio dal gup Antonia Martalò al termine dell'udienza preliminare. Il processo a marzo

Il Tribunale di Lecce

LECCE – Dovrà difendersi dalle accuse di stalking, minacce, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, Antonio Bianco, 49enne di Martano rinviato a giudizio dal gup Antonia Martalò al termine dell’udienza preliminare che si è tenuta oggi. L’uomo si sarebbe invaghito di una sua coetanea, vedova, e avrebbe iniziato a perseguitarla e a molestarla, appostandosi sotto casa sua, rendendole la vita impossibile. Un vero incubo per la 49enne, costretta a vivere in un costante stato d’ansia e di paura.

Col tempo, però, la situazione sarebbe addirittura peggiorata. Quell’amore non corrisposto avrebbe scatenato la rabbia dell’imputato in una sera di ordinaria follia, lo scorso 23 marzo. Bianco, infatti, dopo aver raggiunto l’abitazione della donna, poco dopo le 21.30, avrebbe sfondato la porta d’ingresso e strattonato violentemente la 49enne, minacciandola di morte con un coltello da cucina. All’arrivo dei carabinieri della stazione di Martano, allertati dal figlio della donna, l'uomo si sarebbe scagliato contro i militari, colpendo a calci e pugni due appuntati. Al termine di una violenta colluttazione il 49enne fu bloccato e arrestato, per essere trasferito nel carcere di Borgo San Nicola.

Il processo a carico di Antonio Bianco si aprirà il prossimo 22 marzo dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Maglie. L’imputato è assistito dall’avvocato Diego Cisternino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce, molestie e aggressione nei confronti di una donna. A giudizio 49enne

LeccePrima è in caricamento