Cronaca Piazza Sant'Oronzo

Sicurezza online, arriva speciale bus della polizia. E tre calciatori del Lecce

Il pullman itinerante della Polizia di Stato è arrivato anche a Lecce. Decine di studenti, questa mattina, sono saliti a bordo dell’aula a quattro ruote, allestita in piazza Sant’Oronzo. Agenti e tre giocatori della squadra leccese hanno illustrato ai ragazzi i pericoli e le insidie che si nascondono sul web e sui social network

I poliziotti assieme a tre calciatori del Lecce

LECCE  - La sicurezza online  viaggia su ruote. E per tutelarla, sono scesi “in campo” persino i calciatori. Quelle di uno speciale bus messo a disposizione dalla Polizia di Stato, per spiegare ai minori i rischi del mondo web. La novità del progetto “Buono a sapersi”, che come ogni anno sensibilizza anche genitori e docenti, è nella maggiore visibilità del suo messaggio: se nelle precedenti edizioni gli agenti si recavano tra i banchi, per il 2015 sono gli scolari a raggiungere le piazze italiane.IMG_1644-2

Nella mattinata di oggi è toccato anche a Lecce, domani sarà la volta di Brindisi. Assieme ai poliziotti -  tra i quali anche gli agenti della sezione volanti di Lecce, diretti dal vicequestore aggiunto Eliana Martella, e i colleghi della polizia postale, coordinati dall’ispettore Salvatore Antonio Madaro –hanno preso parte anche tre calciatori della squadra del Lecce: Mariano Bogliacino, Walter Lopez e Franco Lepore.

Un bus, dotato di una grande vetrata, è stato attrezzato e trasformato in un’aula multimediale. Ha ospitato decine e decine di studenti delle scuole medie e degli istituti superiori che hanno aderito all’iniziativa. I poliziotti, a bordo, hanno spiegato loro i pericoli e le insidie che si celano quotidianamente dietro all’uso di social network e sulla Rete in generale.IMG_1647-5

Grazie all’ausilio di filmati, gli agenti hanno potuto illustrare in maniera pratica e concreta il rischio di imbattersi in veri e propri adescatori online. Si tratta d una nuova forma di delinquenza, più intangibile e meno appariscente, ma non per questo meno grave. Anzi. La legge, sul tema, parla chiaro: la normativa nei confronti di coloro che adescano minori è sempre più severa. Ma gli studenti leccesi, intanto, sono stati dotati di un colorato vademecum, che contiene le regole basilari della navigazione sicura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza online, arriva speciale bus della polizia. E tre calciatori del Lecce

LeccePrima è in caricamento