Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Pronto soccorso estivo: l'apertura slitta al 12 luglio

Carenza di medici ma non solo farebbero slittare l'apertura dei Presidi di assistenza sanitaria estiva per turisti al prossimo 12 luglio. Servizio in ritardo di 12 giorni rispetto alla scorsa estate

Apertura dei centri di pronto soccorso estivo? Tutto ancora in alto mare, è il caso di dire. Mentre lo scorso anno i 21 "Presidi di assistenza sanitaria estiva per turisti", questa la dicitura coniata dalla Sanità pubblica e fatta propria dall'Azienda sanitaria locale di Lecce, il primo luglio erano già operativi, quest'anno il periodo di avvio del servizio slitta al 12 luglio, se andrà bene. L'unico ambulatorio che per quella data potrebbe garantire soccorsi di primo intervento ai vacanzieri è quello di San Cataldo. Per il resto è ancora tutto in divenire. La dirigenza della Asl deve fare ancora i conti con il numero delle ambulanze che daranno disponibilità al servizio, che in alcune marine sono di fatto il presidio, ma soprattutto con i medici e con il personale infermieristico. E intanto si va verso il pieno della stagione estiva nel Salento votato al turismo. Prima della riduzione dei presidi, il servizio era attivo dal 15 giugno al 15 settembre.

I presidi di assistenza sanitaria estiva per turisti, ricordiamo, sono suddivisi, questa almeno la mappa relativa allo scorso anno, in due macro-aree: Area Nord e Area Sud. Nella prima, tre ambulatori sono previsti nelle marine leccesi (San Cataldo, Casalabate e Torre Chianca); altri tre nei Comuni di competenza tra Martano, Vernole e Melendugno (le marine sono quelle di Torre Specchia, San Foca e Torre dell'Orso). Sul versante ionico, i Comuni di riferimento sono Nardò e Porto Cesareo, ambulatori sono dislocati a Santa Maria al Bagno, Sant'Isidoro e Torre Lapillo. Tra Gallipoli, Racale e Taviano, lo scorso anno erano stati previsti presidi a Torre Suda, Mancaversa, mentre a Maglie e Otranto, ambulatori nelle rispettive marine di Otrano e Villaggio Specchiulla.


Area Sud. Relativamente ai Comuni di Poggiardo, Santa Cesarea Terme, Castro, Andrano, Gagliano, Castrignano del Capo, Tricase e Ugento, sempre nel 2007 erano stati attivati 8 presidi di assistenza sanitaria estiva per turisti nelle marine di Santa Cesarea Terme, Castro, Andrano, Santa Maria di Leuca, Torre Vado, Tricase porto, Torre San Giovanni e Lido Marini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto soccorso estivo: l'apertura slitta al 12 luglio

LeccePrima è in caricamento