menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Proprietari in vacanza, ladri al "lavoro": scalato un palazzo e sradicata una cassaforte

Due furti notevoli in città scoperti nelle ultime ore fra i quartieri Leuca e Stadio. C'è persino chi si è arrampicato sui tubi del gas

LECCE – I proprietari in vacanza al mare, i ladri al “lavoro” in città. Un classico di ogni estate e che fra ieri pomeriggio e questa mattina ha riguardato un appartamento del quartiere Leuca (via Forlanini) e un altro del quartiere Stadio (ultimo tratto di via Lupiae).

In azione "professionisti" del crimine

Nel primo episodio, quello di via Forlanini, proprio nei pressi della sede dell’Asl di Lecce, s’è consumato un furto notevole dal punto di vista del bottino. E’ da quantificare, ma le cifre saranno piuttosto alte, visto che consiste in oggetti d’oro e d’argento, ricordi di un’intera vita.  

Ad agire, non certo soggetti improvvisati, ma veri e propri esperti che devono aver captato in qualche modo la presenza di una cassaforte, sapendo anche quando entrare in azione, visto che i proprietari, in pensione, si trovavano fuori città, sul litorale. E’ più che probabile, dunque, che abbiano raccolto informazioni per capire quando presentarsi all’appuntamento con il furto, correndo meno rischi possibili.

Trovata e violata una cassaforte

L’abitazione si trova al pian terreno e i malviventi sono riusciti a penetrare usando qualche chiave passepartout, parte dell’immancabile corredo dei “professionisti” del crimine, perché quando la figlia dei proprietari, ieri pomeriggio, è entrata per un controllo (facendo poi l’amara scoperta), non ha trovato mandate alla porta.

I malviventi hanno scovato la cassaforte incassata in una parete del salone. L’hanno sradicata con gli attrezzi del mestiere e se la sono svignata. Difficile stabilire quando, esattamente, si sia consumato il furto. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti della polizia e la scientifica per i rilievi. Nella speranza che i malviventi, sebbene esperti, possano aver fatto qualche errore, lasciando per esempio un’impronta rivelatrice o altri indizi utili alle indagini.

E non mancano poi i ladri acrobati

Non è certo la prima volta, in città, che si verificano colpi del genere. Nella prima settimana di agosto, nel rione Santa Rosa, e per la precisione in via Mincio, si è registrato un episodio molto simile. Anche in quel caso, infatti, è stata forzata una cassaforte. Così come non manca mai all’appello anche l’altra categoria di malviventi, quella dei ladri acrobati. Risale, infatti, alla mattinata di oggi la scoperta di un altro furto. E’ avvenuto, come detto, in via Lupiae, zona più centrale di Lecce. Impossibile però dire quando, perché il proprietario, anche in questo caso, si era trasferito al mare e ha fatto la scoperta solo al rientro.   

Nessuna forzatura alla porta, stavolta. I ladri sono entrati nell’abitazione, al terzo, piano, scalando letteralmente il palazzo. Non c’è altra spiegazione, se non quella di essere saliti dal tubo del gas, per forzare la finestra della cucina e infilarsi dentro, dopo aver sollevato per metà la tapparella elettrica. Una volta dentro, hanno messo a soqquadro tutte le stanze, fuggendo con oggetti d’oro, un computer, orologi. Anche in questo caso, è intervenuta la polizia per un sopralluogo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento