Cronaca

Protezione civile, al Salento 100mila euro in attrezzature anticendio

La consegna simbolica alle 73 associazioni di protezione civile questa mattina a Palazzo Adorno ma il materiale, che andrà alle associazioni in comodato d'uso, sarà consegnato concretamente il prossimo 2 luglio

 

LECCE – Divise complete ad uso antincendio boschivo, caschi, guanti, stivali, maschere antigas, giacche a vento, scarponcini antinfortunistici, stivali impermeabili per interventi in campo idrogeologico, motoseghe a scoppio, generatori elettrici, motopompe idrovore, torri di illuminazione mobili: sono queste le attrezzature acquistate dalla Provincia di Lecce, costo 100mila euro, che andranno alle 73 associazioni salentine della Protezione civile per gli interventi nelle aree interessate dagli incendi in ausilio alle unità del corpo forestale e dei vigili del fuoco e, nel caso di allagamenti dovuti a violente precipitazioni meteoriche, in accordo con altri soggetti istituzionali.

La consegna simbolica questa mattina a Palazzo Adorno (il materiale, che andrà alle associazioni in comodato d’uso sarà consegnato concretamente il prossimo 2 luglio). “Oggi ci ritroviamo per un passaggio importante per l’attività della Provincia in materia di Protezione civile - ha spiegato l’assessore provinciale alla Protezione civile Gianni Stefano. “Dopo il lavoro di riorganizzazione e la creazione del Coordinamento provinciale delle associazioni, che tiene i rapporti e raccorda le organizzazioni del territorio, ci siamo impegnati in un lavoro di ricognizione e inventario delle associazioni: dalle loro attività al personale impiegato, fino alle dotazioni di ciascuna”.

“In funzione di questo quadro d’insieme – ha aggiunto - siamo partiti acquistando le attrezzature individuali necessarie e concedendole in comodato d’uso, con un investimento di 100mila euro. Ma si tratta solo di una prima tranche, visto che saranno acquistati e consegnati anche gli autoveicoli attrezzati per le emergenze. Questo perché stiamo lavorando a una visione d’insieme della protezione civile provinciale, poiché riteniamo che il volontariato sia indispensabile e utile per il territorio. Non abbiamo nel Salento grandi superfici boscate, ma la specificità del lavoro dei volontari ci aiuta a preservarle”, ha concluso l’assessore Stefano, invitando le associazioni a “stare sempre in guardia per le attenzioni che il territorio richiede”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione civile, al Salento 100mila euro in attrezzature anticendio

LeccePrima è in caricamento