Protezione civile, domenica il raduno per tre province

Anche quest'anno, a Montevergine, l'appuntamento delle 90 associazioni che operano in quella che era la Terra d'Otranto. I volontari presenti saranno circa 900. Per i ragazzi un campo scuola

prot
PALMARIGGI - Da otto anni a Montevergine di Palmariggi nel periodo tra aprile e maggio si celebra il "Raduno della protezione civile di Terra d'Otranto" (Province di Lecce, Brindisi e Taranto)", con la partecipazione di circa 90 associazioni e 900 volontari con tutti i mezzi in dotazione alle stesse.

Montevergine è una graziosa località circondata da macchia mediterranea e pineta, in essa è sito un Santuario dedicato alla Madonna di Montevergine ed è meta di pellegrinaggio da tutte le parti della regione. Gli anni appena trascorsi hanno visto partecipare, al raduno, ogni volta più numerose, tutte quelle componenti quali le organizzazioni di Protezione civile provinciali e le Forze dell'ordine impegnate in servizi di Protezione civile, (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Vigili del Fuoco, Servizio 118), che con la loro presenza hanno voluto dare un'impronta di significativa importanza all' iniziativa.

Dallo scorso anno sono state presenti associazioni provenienti anche dalle province di Bari e Foggia, rendendo la manifestazione di interesse regionale. La partecipazione di cittadini e pellegrini che all'inizio si sono trovati casualmente per una visita al santuario o per trascorrere una giornata all'aperto, oggi attendono questa giornata come evento straordinario e si vedono coinvolti in un servizio pubblico ed essenziale quale quello della Protezione civile. Pertanto sono passati da semplici spettatori a graditissimi ospiti.

Quest'anno oltre al raduno , che si terrà domenica 1 maggio, è stato programmato, quale parte integrante del programma, un campo scuola del Raon ( Raggruppamento Associazioni Operative Nazionale) che sarà tenuto da sabato 30 aprile a domenica 1 maggio. Il campo scuola, con le relative esercitazioni previste, si pone come obiettivo la verifica delle risposte attuate delle strutture operative di protezione civile fin da pochi minuti dopo l'evento. Sono previste esercitazioni di ricerca dispersi in ore notturne, soccorso in grave incidente stradale con principio di incendio, soccorso in edificio rurale crollato, inoltre sono programmate delle visite degli alunni delle Scuole primarie e secondarie di I° grado al campo scuola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"Obiettivo principale - ha dichiarato Pasquale Colizzi, presidente della Protezione civile Palmariggi - è proseguire nell'impegno a valorizzare e rispettare tutte le componenti del sistema di protezione civile, a sviluppare il lavoro di rete tra realtà differenti, a realizzare quel concerto che può risultare valido solo se i vari strumenti sanno operare in piena sintonia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Auto reimmatricolate in Italia con documenti falsi: un salentino nei guai

  • Malore mentre si trova in acqua: riportato a riva, ma ormai senza vita

  • Paura sulla tangenziale: ragazza perde il controllo e finisce sul guardrail

Torna su
LeccePrima è in caricamento