Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca Centro / piazza mazzini

Prova a rubare di nuovo nella banca sei anni dopo il primo arresto

Davide Tedesco, 47enne, arrestato dalle volanti di polizia. Si era intrufolato nell'ufficio del direttore della Monte dei Paschi di Siena di piazza Mazzini. Nel 2011 provò qualcosa di simile nella CheBanca! di viale Imperatore Adriano

Foto LC.

LECCE – Ci sono vizi che non passano mai. Davide Tedesco, 47enne, ne ha uno specifico: rubare, e non in luoghi qualunque, ma nelle banche. Non si sta parlando, peò, del membro di una delle cosiddette “bande del buco”, che spuntano di giorno armi in pugno dopo aver lavorato nottetempo perforando le pareti, né di un rapinatore armato di taglierino che punta alle casse, ma di un uomo che a volto scoperto entra nelle filiali bancarie in cerca di qualcosa da arraffare.

Ci aveva provato nientemeno che nel settembre del 2011, l’ha rifatto questa mattina. Allora, entrò nella CheBanca! di viale Imperatore Adriano per cercare di sottrarre le borse di alcune clienti, ma fu fermato dalla polizia. Questa mattina, invece, si è intrufolato nientemeno che nell’ufficio del direttore della Monte dei Paschi di Siena di piazza Mazzini.  Ma ancora una volta, su di lui sono piombate le volanti della questura. Insomma, il suo rapporto con la polizia è da incubo.

E’ stato proprio il dirigente dell’ufficio ad accorgersi del ladro. Ha così subito dato l'allarme e una volante, già in giro dentro Lecce per attività di prevenzione sul territorio, è piombata in piazza in pochi minuti, cogliendo Tedesco in flagranza. E ora risponde di tentato furto aggravato.

E’ già il secondo ladro in meno di ventiquattr’ore che viene acciuffato in pieno centro. Ieri sera, la squadra mobile ha sorpreso un 53enne che cercava di allontanarsi con gioielli arraffati nel negozio “Katzenberger” di via Nazario Sauro. Nel periodo natalizio, d'altro canto, è fisiologico che si verifich un picco di furti e rapine. Per questo, i dispositivi di sicurezza in città sono aumentati.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prova a rubare di nuovo nella banca sei anni dopo il primo arresto

LeccePrima è in caricamento