Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Sulla provinciale con un chilo di marijuana, l’arrestato: “Scorta per l’estate”

Ai domiciliari è finito Alessandro Negro, un giovane incensurato di Maglie. Ieri, durante l’interrogatorio di convalida ha negato di essere uno spacciatore

MAGLIE - “Avevo fatto scorta per l’estate”, si è difeso così Alessandro Negro, il 24enne di Maglie arrestato due giorni fa dagli uomini della Guardia di finanza, al termine di un inseguimento sulla provinciale Lecce-Maglie, nei pressi dell’area di servizio Esso. Alla vista dei militari, il giovane che prima di allora non aveva mai avuto problemi con la giustizia, ha lanciato dal finestrino dell’auto sulla quale viaggiava (una Fiat Panda) una busta con un chilo di marijuana.

E’ così finito ai domiciliari su disposizione del magistrato di turno, il sostituto procuratore Alessandro Prontera, misura che è stata confermata ieri dal giudice Simona Panzera, al termine dell’interrogatorio di convalida che si è svolto alla presenza degli avvocati difensori Luigi Corvaglia e Antonio Costantini. Al gip, Negro ha spiegato che non aveva alcuna intenzione di spacciare, avendo un impiego stabile nell’azienda del padre, ma di aver fatto rifornimento dello stupefacente per uso esclusivamente personale, in vista del periodo estivo.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulla provinciale con un chilo di marijuana, l’arrestato: “Scorta per l’estate”

LeccePrima è in caricamento