Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca Litorale

Sbloccato l'appalto, ora i lavori per rendere sicura la Lecce-Torre Chianca

L'aggiudicazione, per un importo complessivo di 5 milioni di euro, è stata ridefinita con la pubblicazione della sentenza da parte del Consiglio di Stato, avvenuta il 30 novembre scorso. L'opera sarà eseguita dalla Dielle di Lecce

 

LECCE – Finalmente al via i lavori per rendere più sicura la Lecce-Torre Chianca. Tutto si era fermato per un contenzioso tra due imprese salentine, interessate entrambe alla realizzazione dell’opera, la ditta Magno di Copertino e la Dielle di Lecce.  

L’appalto, per un importo complessivo di 5 milioni di euro, è stato sbloccato con la pubblicazione della sentenza da parte del Consiglio di Stato, avvenuta il 30 novembre scorso. La Quinta sezione ha infatti respinto il ricorso proposto dalla Magno, la ditta che originariamente si era giudicata l’appalto, “poi esclusa per aver presentato un’offerta con un consistente ribasso che non era riuscita a giustificare, ed ha confermato invece l’aggiudicazione in favore della Dielle”, si legge in una nota diramata dallo studio legale degli avvocati di quest’ultima impresa, Pietro e Luigi Quinto.

L’appalto, indetto due anni fa dalla Provincia di Lecce, prevede, oltre che ad un investimento importante, l’impiego per la durata di un paio di anni, di oltre 50 unità lavorative. Nello specifico, l’intervento strategico di messa in sicurezza della provinciale, mira anche per il rilancio delle marine leccesi di Torre Chianca e Spiaggiabella e prevede l’allargamento dell’arteria e l’eliminazione di alcuni incroci, al fine di abbreviare i tempi di percorrenza e, soprattutto, aumentare gli standard di sicurezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbloccato l'appalto, ora i lavori per rendere sicura la Lecce-Torre Chianca

LeccePrima è in caricamento