rotate-mobile
Cronaca Taurisano

Provocò incidente con un morto e un ferito, poi fuggì: camionista patteggia due anni e mezzo

Ieri la sentenza del giudice Toriello ha chiuso la drammatica vicenda avvenuta il 14 settembre del 2018 per le strade di Taurisano. A perdere la vita fu un operaio di 48 anni

TAURISANO - E’ di due anni e mezzo di reclusione la condanna patteggiata ieri da S.F., 36enne di Modica (in Sicilia), per l’incidente avvenuto il 14 settembre del 2018 a Taurisano, rispetto al quale rispondeva dei reati di omicidio stradale e omissione di soccorso.  

Dalle indagini sul drammatico sinistro, emerse che l’uomo al volante di un autocarro procedendo nel centro abitato al doppio della velocità consentita (30 chilometri orari), all’intersezione tra via delle Tabacchine/via Santa Teresa e via San Donato, non si fermò allo stop colpendo così la Mercedes classe A condotta dal titolare di una ditta edile e a bordo della quale si trovava Vasile Montoiu, un operaio 48enne di origine romena (nativo di Tirgoviste), residente a Casarano.

Lo scontro fu talmente violento che la vettura ruotò per 180 gradi fermandosi dopo l’impatto con la segnaletica stradale e un palo in cemento posizionati all’incrocio.

Ad avere la peggio fu il 48enne che sbalzò fuori dall’abitacolo, attraverso il finestrino della portiera anteriore destra: morì sul colpo. Il conducente della vettura, invece, riuscì a sopravvivere: riportò ferite gravi in diverse parti del corpo che i sanitari giudicarono guaribili in trenta giorni.

A soccorrere i due malcapitati, non fu il camionista, rintracciato poco dopo dai poliziotti del commissariato locale, ma alcuni passanti che allertarono il 118. Sul posto, oltre all’ambulanza, fu necessario anche l’intervento dei vigili del fuoco per liberare l’imprenditore rimasto intrappolato nel mezzo.

Ieri il 36enne, difeso dall’avvocato Silvia Sapienza, ha chiuso il suo conto con la giustizia concordando la pena di due anni e mezzo di reclusione. La sentenza è stata emessa dal giudice Michele Toriello che ha disposto nei suoi riguardi anche la sospensione della patente di guida per un anno e mezzo.

I familiari della vittima erano assistiti dall’avvocato Francesco Fasano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provocò incidente con un morto e un ferito, poi fuggì: camionista patteggia due anni e mezzo

LeccePrima è in caricamento