Pugni in testa e schiaffi a un bambino, chiesti 4 anni per la madre e il convivente

Arrivano le richieste di condanna nel processo che vede imputata una coppia di salentini. Lei è accusata di aver assistito alle scene di violenza di cui sarebbe stato artefice il compagno. I due si proclamano innocenti

LECCE - Rischiano quattro anni di reclusione a testa per aver maltrattato un bambino di cinque anni. A tanto arriva la richiesta formulata dalla pubblica accusa nel processo che vede imputati la madre e il suo convivente: l’una per aver assistito passivamente alle scene di violenza di cui sarebbe stato artefice il secondo, quali schiaffi, pugni in testa e in altre parti del corpo, e tirate d’orecchie, e di aver trascurato il figlioletto nella igiene personale e nel nutrimento.

La decisione finale spetterà al giudice Valeria Fedele e metterà i sigilli al procedimento partito dalla denuncia del nonno materno e in seguito alla quale, si sarebbe verificato un altro episodio di cui pure risponde la coppia: l’irruzione del 7 marzo 2018 in casa dell'uomo, dove  approfittando della sua assenza, avrebbe minacciato di morte la convivente, costringendola a inginocchiarsi a terra, e distrutto mobili e alcuni oggetti.

I reati contestati in questo caso sono di danneggiamento, violazione di domicilio e minaccia.

I due, assistiti dall’avvocato Simona Mancini, si proclamano innocenti sin dall’inizio dell’inchiesta nell’ambito della quale il bambino è stato ascoltato in sede di incidente probatorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora quindi non resta che attendere le valutazioni del giudice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento