Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Gallipoli

Pulizia strade, ma senza "spazzole": sanzione a ditta

Gallipoli, i vigili urbani hanno fermato un mezzo della Seta in servizio ma impossibilitato a recuperare i detriti nelle vie cittadine. Nuove multe per i cittadini che non rispettano la differenziata

GALLIPOLI - Si chiama spazzatrice proprio perché il suo compito è quello di ripulire le strade e i bordi dei marciapiedi da detriti e sporcizia varia. Un po' difficile che possa farlo se sprovvista proprio del suo elemento cardine: ovvero le "spazzole". E' accaduto così che dopo una serie di segnalazioni al comando di polizia municipale e nel corso di un controllo a largo raggio di tutela ambientale da parte degli stessi vigili urbani, un mezzo in dotazione alla ditta Seta Eu (che svolge il servizio di nettezza urbana in città) e destinato alla pulizia delle strade, è stato "beccato" nel pieno della sua inefficienza. Durante una ricognizione nella zona del Peep 3 il mezzo in questione è stato fermato dagli agenti della municipale che accompagnati dal personale ispettivo della ditta Seta, hanno verificato come la spazzatrice pur essendo in pieno svolgimento del servizio e quindi in giro, non era in grado di recuperare i detriti spazzati perché mancante delle spazzole di supporto utili per il suo corretto funzionamento. I vigili hanno provveduto a rilevare la situazione e a segnalare il tutto agli uffici competenti del Comune che ora provvederanno ad elevare la relativa sanzione a carico della Seta.

Una situazione già nota a quanto riferito dal Comando di polizia municipale, atteso che gli stessi vigili sono dovuti intervenire sul lungomare Galilei per i rilievi di un incidente stradale provocato anche a causa dei detriti rilasciati sulla strada dal passaggio "a vuoto" della spazzatrice. E non solo, spiegano, ancora dagli uffici di via Pavia, visto che il percorso del mezzo in questione viene monitorato tramite il sistema Gps, e si è potuto appurare che pur essendo regolarmente in servizio nelle strade, lo spazzamento dei detriti non è avvenuto per la problematica già evidenziata.


E in tema di pulizia e raccolta rifiuti, l'operazione a largo raggio degli agenti della municipale ha portato ancora una volta ad accertare inadempienze da parte di alcuni cittadini sulla pratica della raccolta differenziata. Ancora sacchetti sparsi per le vie cittadine e scarsa collaborazione nella suddivisioni dei rifiuti da riciclare. Per questo sulla base anche nelle disposizioni ribadite nella prima ordinanza del 2011 firmata dal sindaco Giuseppe Venneri, sono scattate le sanzioni a carico di venti cittadini residenti nelle vie Venezia, Castriota e sua via XX Settembre. Altre violazioni sono state verificate nella zona del Peep3 nella zona ricadente in via Ungaretti dove stando alla relazione dei vigili, circa 300 residenti riceveranno un'ammenda variabile dai 25 ai 238 euro proprio per non aver rispettato le disposizioni in materia di raccolta differenziata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pulizia strade, ma senza "spazzole": sanzione a ditta

LeccePrima è in caricamento