Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Punta Palascia, prende vita il comitato di salvaguardia

Cemento a Otranto: istituito dai Giuristi democratici, è nato il comitato "Giù le mani da Punta Palascia". Già molti gli affiliati. L'associazione si propone di assumere anche iniziative giuridiche

Il sit-in di alcuni esponenti del neo-comitato

Ieri sera, 3 agosto 2007, intorno alle 19, presso la zona panoramica di Torre Matta ad Otranto, si è tenuto l'incontro per istituire il Comitato "Giù le mani da Punta Palascia": numerose associazioni e comitati hanno dunque accolto l'appello lanciato dai Giuristi Democratici di Lecce nei giorni scorsi, che, venuti a conoscenza del progetto che la Marina Militare vuole attuare presso Capo Palascia, si sono allertati senza perdere tempo prezioso. I Giuristi Democratici di Lecce, il Comitato Giù le mani dalla costa, Coppula Tisa, Gruppo Speleologico Andronico, Forum Donne Native e Migranti, Salentini Uniti con Beppe Grillo, Coordinamento Salentino contro la Guerra e le basi militari, Manifatture Cnos, Arci Terra Rossa, Circolo Arci Zei, Comitato contro la 275, Wwf, Fondo Verri, Osservatorio Massari-Verri-Casto-Di Lecce-Mura, Liberi Cantieri Arci, Verdi e Rifondazione Comunista, hanno aderito al neocomitato e hanno approvato lo statuto. Tra gli scopi dello statuto si legge: "Il Comitato Giù le mani da Punta Palacìa è un'associazione che ha lo scopo di promuovere, diffondere ed attuare in azioni concrete, anche giuridiche e di partecipazione attiva, la difesa dell'ambiente, con particolare riferimento alle problematiche strettamente legate al territorio denominato Punta Palacìa, nel Comune di Otranto".


Tanto l'entusiasmo portare avanti diverse iniziative per sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni riguardo al problema di Palascia (detta anche Palacia). Si parte già il prossimo 19 agosto con una manifestazione nella zona dove dovrebbero sorge le "torri della discordia", come qualcuno ha iniziato a definirle. Restano, però, ancora da definire molti dettagli sul programma definitivo di questa manifestazione. Se ne saprà di più certamente nell'ambito della prima riunione ufficiale del Comitato, convocata per giovedì 9 agosto alle 18.00 ad Otranto, nei locali del Castello. Quasi certa un'altra iniziativa: la collocazione di alcuni banchetti per la raccolta di firme contro lo scempio che si vuole realizzare a Capo Palascia. Le postazioni saranno presto organizzate in zone adiacenti agli esercizi commerciali. Il Comitato appena nato inizia a muovere i suoi primi passi, nella convinzione di poter garantire un forte stimolo contro uno scempio annunciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punta Palascia, prende vita il comitato di salvaguardia

LeccePrima è in caricamento