Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Porto Cesareo

Scoppia un incendio, distrutto il chiosco di legno del Lido Oasis

Il rogo è quasi certamente di natura accidentale, partito da un frigorifero della dispensa. Non sono stati rilevati segni di forzature. Le fiamme spente dai vigili del fuoco. Sul posto per un sopralluogo anche i carabinieri

Foto concessa dal gruppo "Disservizi Porto Cesareo".

PORTO CESAREO – E’ bastato un attimo, molto probabilmente un cortocircuito, per trasformare un chiosco in una pira che ieri sera, a tarda ora, ha improvvisamente illuminato una fetta di litoranea ionica fra Punta Prosciutto e Torre Lapillo, località marittime di Porto Cesareo. Impressionanti le spire di fuoco che hanno avvolto e divorato il locale di legno adibito a bar del Lido Oasis.

Poiché accaduto intorno alle 22, in giro c’erano ancora diversi passanti che hanno chiamato i vigili del fuoco. Sul posto si sono diretti gli uomini sia dal distaccamento di Veglie, sia dal comando provinciale di Lecce, che hanno domato il rogo e avviato gli accertamenti.

Sembra che le fiamme siano scaturite da uno dei frigoriferi pieni di merce interni al chiosco, ed è quanto riferito ai carabinieri della stazione locale e della compagnia di Campi Salentina, che si sono recati a oro volta in zona per un sopralluogo.

Si esclude il dolo e si propende per il guasto di natura elettrica per vari motivi. In primis, le fiamme, come hanno potuto notare i vigili del fuoco, si sono irraggiate proprio dalla dispensa. Vi è poi da dire anche che il chiosco è dotato di una veranda in legno di fronte al mare che sarebbe stata più semplice da incendiare, per un malintenzionato, rischiando meno di farsi notare. E non sono stati comunque rilevati segni di forzature.   

Il danno preciso è al momento da quantificare. La struttura, interamente realizzata in legname, si estende su circa 14 metri quadrati.

Sebbene si tratti di un fatto accidentale, stando almeno agli accertamenti svolti finora, non è il primo incendio degli ultimi periodi a Porto Cesareo. Due giorni addietro, infatti, in un capanno ha preso fuoco un’auto. Il proprietario del terreno la teneva ferma per prenderne pezzi di ricambio. Sul posto, anche in questo caso, i carabinieri, che però non hanno elementi per stabilire e questo sia stato un evento doloso o accidentale. Un danno comunque modesto, al di sotto dei 3mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia un incendio, distrutto il chiosco di legno del Lido Oasis

LeccePrima è in caricamento