menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pusher preparava dosi di eroina in casa, patteggia due anni e due mesi

Il processo per direttissima a carico di un 42enne di Miggiano questa mattina. L'altro pomeriggio il blitz dei carabinieri

MIGGIANO – Due anni e due mesi. Giuseppe Guglielmo, 42enne di Miggiano, tramite il suo avvocato, Tony Indino, ha patteggiato questa mattina davanti al giudice Pasquale Sansonetti, nel corso del processo per direttissima, dopo essere stato arrestato l’altro pomeriggio con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. E per ora rimane in carcere.

Guglielmo è stato fermato in flagranza dai carabinieri della stazione di Specchia, durante un appostamento nei pressi della sua abitazione. Prima hanno notato un soggetto acquistare dell’eroina, poi hanno fatto irruzione in casa. L’hanno trovato nel bagno, mentre su di un banchetto stava preparando varie dosi.  

GUGLIELMO GIUSEPPE-2-2-2-2-2Aveva, con sé, fra gli 8 e i 9 grammi di eroina, confezionata in una ventina di singole bustine, un coltello e un bilancino, oltre a 200 euro circa, probabile incasso di varie cessioni di droga. Nel novembre del 2016 fu già arrestato per spaccio, sempre in casa. In quell’occasione, oltre a una decina di grammi di eroina, fu trovato anche con 20 grammi di marijuana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento