Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Qualche sfottò, poi le botte: tre studenti in ospedale

Aggressione nella notte a Lecce. Due giovani di Latiano ed uno di Galatina sono finiti al Fazzi, con prognosi da 10 a 20 giorni. Alla base un litigio con altri due, che hanno chiamato i loro amici

Polizia sotto l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce.

Un'aggressione è avvenuta nella notte a Lecce, in via Libertini, a ridosso di Porta Napoli. La lite è degenerata, è volata qualche parola di troppo, e poi è scattato il pestaggio. Due studenti universitario, 20enni di Latiano, sono finiti in ospedale con una prognosi di dieci giorni, mentre un terzo studente, 24enne di Galatina, ne avrà per una ventina a causa di una sospetta frattura ad uno zigomo.

La baraonda notturna si è verificata poco dopo le 3 di notte. Secondo quanto ricostruito dagli agenti delle volanti, giunti sul posto e che ora indagano sull'episodio, i tre studenti universitari, di ritorno da una serata in un locale della zona, insieme ad un altro gruppo di giovani tarantini (non coinvolti, però, nella situazione) avrebbero lanciato qualche parola di troppo verso due ragazzi in sella ad uno scooter. Qualche sberleffo rimasto indigesto, fino a quando i due scooteristi non avrebbero chiesto i rinforzi. In via Libertini, sarebbe arrivata una monovolume con a bordo altri tre soggetti in corso di identificazione, per dare manforte agli amici.


Gli studenti universitari avrebbero avuto la peggio, pestati con il casco dagli aggressori. Il branco è poi fuggito rapidamente, facendo perdere le proprie tracce. I tre studenti universitari, accompagnati dal gruppetto di giovani tarantini che hanno assistito alla scena, sono stati soccorsi e trasportati in ospedale per le cure del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualche sfottò, poi le botte: tre studenti in ospedale

LeccePrima è in caricamento