Cronaca

Quei condizionatori che raffreddano bollori erotici

Il condizionatore non va? Allora telefoni all'azienda costruttrice ma dall'altra parte della cornetta risponde una linea erotica. E a tutela degli utenti scende in campo la Ferderconsumatori di Nardò

Condizionatori per raffreddare bollori erotici. Ha tutto il sapore di una truffa sapientemente confezionata con al centro un'azienda campana produttrice di impianti di condizionamento per uso domestico. Acquisti il climatizzatore, trovi qualcosa che non va, e allora cerchi di metterti in contattato con l'azienda per chiedere supporto tecnico collegandoti direttamente al sito internet (che abbiamo deciso volutamente di omettere così come i numeri telefonici). E l'occhio cade lì, in alto a destra. E' un numero verde: 800? Che faccio, chiamo? E dalla redazione di LeccePrima componiamo il numero. E come denunciato dalla Federconsumatori di Nardò, che ha già presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Lecce e all'Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni, dall'altra parte della cornetta piuttosto che rispondere un tecnico, si ascolta una "calda" voce femminile che ci invita a fare tutt'altro: "Adesso ti faccio ascoltare quello che succede veramente in questa linea". Segue poi un soliloquio, da parte della voce registrata, apparentemente a sfondo erotico, sino all'invito finale dove viene indicato un altro numero da chiamare a valore aggiunto: "Entra subito in contatto con ragazze sfrenate solo per te ad un costo promozionale chiama ora al numero?". Ma c'è di più: tentando poi di contattare il numero fisso dell'azienda, sempre indicato nel sito internet, si scopre che il recapito telefonico risulta essere un'utenza inesistente.

"Molti utenti che hanno acquistato i condizionatori - si legge in una nota a firma del responsabile di Federconsumatori di Nardò, Moira Epifani - riscontrando qualche problema o dovendo effettuare la manutenzione periodica degli stessi, hanno telefonato al numero verde che l'azienda indica su un adesivo apposto sugli stessi apparecchi e corrispondente al numero presente anche sul sito internet, ma dall'altra parte del telefono si parla di tutto tranne che di assistenza e supporto tecnico: un minuto di ansimi, mugolii, descrizioni esplicite e promesse di intense prestazioni sessuali. Poi la telefonata si conclude con l'invito a chiamare un latro numero, uno dei famigerati e carissimi numeri a pagamento. Le vittime di questa strana 'anomalia' possono essere le famiglie con gli utenti più a rischio: anziani e bambini".


"Anche per questo la Federconsumatori di Nardò - conclude il comunicato - dopo aver scoperto la vicenda a seguito di numerose lamentele e segnalazioni pervenute da ignari utenti incappati in questa disavventura, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Lecce e all'Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni, chiedendo il blocco delle numerazioni in questione e l'adozione di provvedimenti sanzionatori, nonché la punizione di coloro i quali possano avere delle responsabilità in merito ai fatti e ai comportamenti che contraddistinguono questa strana vicenda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quei condizionatori che raffreddano bollori erotici

LeccePrima è in caricamento