rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Racale

Una pistola, eroina e cocaina: in manette finisce un commerciante 35enne

Francesco Schito, di Racale, arrestato dai carabinieri di Casarano. Aveva una pistola calibro 8 di marca russa, non catalogata, con canna modificata, ma anche oltre 50 grammi di eroina, più un paio di dosi di cocaina. E' finito in carcere

RACALE – Eroina, cocaina e una pistola. Tutto custodito in varie stanze. Quasi come in una caccia al tesoro. E nei guai è finito Francesco Schito, 35enne, commerciante di Racale, già noto alle forze dell’ordine. Ad ammanettarlo, nel tardo pomeriggio, con le accuse di detenzione di arma da sparo clandestina e di munizionamento, oltre che di spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano.

La perquisizione in casa è giunta dopo un’attività d’indagine. Schito, quando ha visto arrivare i carabinieri, ha preferito collaborare. Tanto da indicare il luogo in cui custodiva illegalmente una pistola calibro 8 di marca russa, non catalogata, con canna modificata (probabilmente all’origine una pistola a salve) con caricatore e dieci proiettili calibro 6.35, di cui uno inserito in canna. Si trovava sopra l’armadio della stanza della camera da letto. Dentro l’armadio, invece, i militari hanno trovato un involucro di cellophane contenente due dosi cocaina, per 1,8 grammi.

SCHITO Francesco, n. LECCE IL 21.11.1977 RES. RACALE - Copia-2Ma la perquisizione s’è spinta ben oltre, praticamente in tutta l’abitazione. E nella cantina, su un tavolino, sono stati trovati un bilancino di precisione e, in un contenitore all’origine utilizzato per contenere un telefono cellulare, un involucro di cellophane con altri 2,4 grammi di tipo cocaina e una dose eroina (0,4 grammi).

I militari hanno posto sotto sequestro anche materiale di confezionamento, come forbici e varie cartine. E le scoperte non sono terminate lì, perché nella cantina antistante l’abitazione, e a quanto pare nella disponibilità di Schito, in una cesta posta su di un armadio, c’era un altro involucro di cellophane contenente questa volta ben 51,1 grammi di eroina. Informato il pm di turno, Carmen Ruggero,  l’uomo è stato condotto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una pistola, eroina e cocaina: in manette finisce un commerciante 35enne

LeccePrima è in caricamento