Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Raccolta porta a porta, il servizio bussa alle aziende

Partirà lunedì 4 ottobre il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti nella zona industriale di Lecce. Il servizio coinvolgerà oltre 100 aziende e prevederà l'eliminazione dei cassonetti lungo le strade

LECCE - Partirà lunedì 4 ottobre il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti "porta a porta" nella zona industriale di Lecce. Il servizio coinvolgerà oltre 100 aziende e prevederà l'eliminazione dei cassonetti stradali, la consegna ad ogni azienda di un contenitore da 240 litri e il ritiro "porta a porta" dei rifiuti (ogni mercoledì entro le 7 del mattino).

L'obiettivo è di migliorare il decoro urbano nella zona industriale e speranza di non vedere più rifiuti speciali e pericolosi nei pressi dei cassonetti. Il Comune di Lecce ha provveduto ad informare le aziende consegnando circa 500 lettere contenenti le informazioni tecniche più utili ed il calendario di raccolta.

La distribuzione di circa 150 cassonetti alle imprese che soergono nella zona industriale, avverrà nei prossimi giorni e sarà preceduta dal ritiro di tutti i vecchi contenitori stradali; contemporaneamente i servizi operativi di Axa, in accordo con l'ufficio Ambiente del Comune di Lecce, con il Consorzio Asi e con Confindustria, effettueranno la rimozione di tutti i rifiuti abusivamente abbandonati lungo i cigli stradali, la pulizia radicale dei marciapiedi, delle strade e delle erbe infestanti.

"Il nostro impegno è quello di affrontare e risolvere nel modo migliore le problematiche più volte rappresentate dalle imprese insediate nell'area industriale - - assicura l'assessore all'Ambiente Gianni Garrisi - dato che l'obiettivo, ma è indispensabile la collaborazione di tutte le aziende, è quello di eliminare drasticamente lo sversamento abusivo ed illegale di tutti i rifiuti nei pressi dei cassonetti stradali".

"A questo scopo abbiamo offerto a tutte le imprese coinvolte - aggiunge - la collaborazione dei tecnici dell'Ufficio ambiente e anche di Axa per le informazioni sul corretto utilizzo dei cassonetti consegnati in comodato e dei rifiuti da conferire. Durante il ritiro, gli operatori controlleranno, contenitore per contenitore, il rispetto delle norme e non procederanno allo svuotamento dei cassonetti non conformi".


"Questo progetto - conclude Garrisi . consentirà di eliminare l'abitudine, tanto odiosa quanto costosa, di alcuni cittadini di Comuni limitrofi di abbandonare nei nostri cassonetti i propri rifiuti, ma servirà anche a responsabilizzare imprese e cittadini educandoli ad una cultura ambientale in armonia con le norme comunitarie ed in particolare con il principio che chi inquina paga"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta porta a porta, il servizio bussa alle aziende

LeccePrima è in caricamento