Cronaca

Radar vicino al Parco: Tar sospende autorizzazione

Con un decreto del presidente della prima sezione Antonio Cavallari, il Tar ha sospeso da ieri l'efficacia del provvedimento comunale che autorizza i lavori di installazione del radar costiero

La sede del Tar di Lecce-2

GAGLIANO DEL CAPO - Il Tar di Lecce, con un decreto del presidente della prima sezione Antonio Cavallari, ha sospeso da ieri l'efficacia del provvedimento comunale che autorizza i lavori di installazione del radar costiero di profondità in località "Sciuranti" di Gagliano del Capo, in attesa di discutere nel merito nell'udienza fissata per il 15 giugno prossimo (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=27782).

Soddisfatti per questo primo risultato il comitato promotore e le associazioni che si battono contro l'installazione del radar della guardia di finanza, che hanno accolto con favore il decreto del Tribunale amministrativo emesso per "caratteri di estrema gravità e urgenza" dopo il ricorso presentato da Legambiente Onlus attraverso i legali Mario Tagliaferro e Anna Baglivo.

"Questo risultato rasserena al momento gli animi esasperati della popolazione locale e del coordinamento delle associazioni - si legge in una nota degli ambientalisti - che si battono contro la realizzazione di un'infrastruttura 'ecomostro' e che prevede l'innalzamento di un traliccio metallico alto 36 metri a pochi passi dal Parco costiero regionale Otranto-Santa Maria di Leuca e la collocazione di un'apparecchiatura radar a microonde. Contestualmente - concludono - si potrà aprire una fase di discussione alla ricerca di soluzioni alternative".


La questione sarà oggetto del dibattito in programma domani 29 maggio, alle 18, nell'auditorium comunale di Gagliano del Capo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Radar vicino al Parco: Tar sospende autorizzazione

LeccePrima è in caricamento