Raffica di controlli fra Casarano e dintorni: scattano decine di denunce

Nella zona di recente atti intimidatori a colpi di fucile. I deferimenti per spaccio, furto, ricettazione. Molte patenti ritirate

CASARANO – Decine di denunciati e non solo per guida in stato d’ebbrezza o sotto l’influenza di alcool, ma anche per altri reati, come spaccio, gioco d’azzardo, furto, ricettazione. I carabinieri della compagnia di Casarano e delle stazioni dipendenti, fra lunedì 12 e ieri, 16 marzo, hanno eseguito numerosi controlli sul territorio, che si sono fatti peraltro più stringenti a partire dal 15, dopo che nella notte precedente si sono verificati sia un tentativo di far saltare in aria un bancomat, quello della Unipol di Taviano, sia e soprattutto ben tre atti intimidatori a colpi di fucile proprio dentro Casarano, contro obiettivi diversi.

Fra i vari a finire nei guai, per detenzione fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ad Alliste, P.P., 21enne. Durante una perquisizione personale e domiciliare, nel cassetto di un mobile in cucina, sono state trovate cinque dosi di cocaina per 1 grammo totale e 350 euro in banconote piccolo taglio, soldi ritenuti provento di spaccio.

Gioco d'azzardo, due nei guai

In due casi si è proceduto, invece, a denunce per violazione in materia del gioco d’azzardo attraverso apparecchiature elettroniche. E’ successo in entrambi i casi a Parabita, dove gli interventi sono stati eseguiti con il personale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli di Lecce. P.D., 36enne, stando a quanto accertato, tramite cinque personal computer connessi a Internet, avrebbe permesso agli avventori di effettuare scommesse su piattaforme di gioco messe a disposizione da svariati concessionari online. Le apparecchiature sono state sequestrate.

Il secondo caso riguarda R.F., 47enne. Oltre alle stesse contestazioni per quanto riguarda le scommesse online, è stata rilevata la presenza di apparecchiature new slot prive del nulla osta e della connessione alla rete statale per la raccolta del gioco.

Furto e ricettazione

Di furto aggravato risponde a Matino, invece, P.M., 46enne. Al termine di indagini è stato identificato quale autore del furto trenta “gratta e vinci” avvenuto il 17 ottobre del 2017 ai danni di una tabaccheria del posto. Sempre a Matino, è stato denunciato per evasione S.E.L.S., 64enne. Relegato ai domiciliari, non è stato rintracciato in casa dai carabinieri e in seguito è stato rintracciato nelle vie vicine.

Ricettazione è invece il reato contestato a N.D., 35enne di Racale. L’uomo è stato trovato in possesso di undici maniglie d’ottone,  quattro matasse di filo elettrico, sei tazzine in peltro e un rubinetto per sanitari,  proventi di un furto avvenuto e denunciato il 6 febbraio scorso da un 65enne di Taviano, che ha visto così restituita la refurtiva.

A Ruffano, è stato denunciato per violazione della prescrizione di presentarsi presso l’ufficio o il comando di polizia nell’orario in cui si svolgono manifestazioni sportive, C.L., 32enne, sottoposto al Daspo per cinque anni. Sempre a Ruffano, risponde di omessa custodia di cose sottoposte a sequestro V.A., 79enne. Già custode giudiziale della sua autovettura, sottoposta a sequestro, avrebbe arbitrariamente provveduto alla sua rottamazione. A Melissano, invece, è stato denunciato per violazione della misura di prevenzione personale, P.M., 28enne. Sottoposto al foglio obbligatorio con divieto di entrare in quel comune, vi è stato sorpreso a bordo della sua autovettura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Varie patenti ritirate

Altri quattro fra Racale, Taviano, Casarano e Matino sono stati denunciati per  guida sotto l’influenza dell’alcool. I valori sono risultati superiori a quanto consentito, dopo controlli con l’etilometro. Altrettanti i denunciati fra Alliste, Taviano e Casarano per guida sotto alterazione di sostanze stupefacenti (nello specifico, positivi ai cannabinoidi). In tutti i casi è scattato anche il ritiro della patente. Tre fra Casarano e Ruffano, infine, sono stati denunciati per essersi rifiutati di sottoporsi agli accertamenti. Otto, infine, i segnalati al prefetto per uso personale di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento