Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Parabita

Raffica di controlli fra Casarano e dintorni: scattano decine di denunce

Nella zona di recente atti intimidatori a colpi di fucile. I deferimenti per spaccio, furto, ricettazione. Molte patenti ritirate

CASARANO – Decine di denunciati e non solo per guida in stato d’ebbrezza o sotto l’influenza di alcool, ma anche per altri reati, come spaccio, gioco d’azzardo, furto, ricettazione. I carabinieri della compagnia di Casarano e delle stazioni dipendenti, fra lunedì 12 e ieri, 16 marzo, hanno eseguito numerosi controlli sul territorio, che si sono fatti peraltro più stringenti a partire dal 15, dopo che nella notte precedente si sono verificati sia un tentativo di far saltare in aria un bancomat, quello della Unipol di Taviano, sia e soprattutto ben tre atti intimidatori a colpi di fucile proprio dentro Casarano, contro obiettivi diversi.

Fra i vari a finire nei guai, per detenzione fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ad Alliste, P.P., 21enne. Durante una perquisizione personale e domiciliare, nel cassetto di un mobile in cucina, sono state trovate cinque dosi di cocaina per 1 grammo totale e 350 euro in banconote piccolo taglio, soldi ritenuti provento di spaccio.

Gioco d'azzardo, due nei guai

In due casi si è proceduto, invece, a denunce per violazione in materia del gioco d’azzardo attraverso apparecchiature elettroniche. E’ successo in entrambi i casi a Parabita, dove gli interventi sono stati eseguiti con il personale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli di Lecce. P.D., 36enne, stando a quanto accertato, tramite cinque personal computer connessi a Internet, avrebbe permesso agli avventori di effettuare scommesse su piattaforme di gioco messe a disposizione da svariati concessionari online. Le apparecchiature sono state sequestrate.

Il secondo caso riguarda R.F., 47enne. Oltre alle stesse contestazioni per quanto riguarda le scommesse online, è stata rilevata la presenza di apparecchiature new slot prive del nulla osta e della connessione alla rete statale per la raccolta del gioco.

Furto e ricettazione

Di furto aggravato risponde a Matino, invece, P.M., 46enne. Al termine di indagini è stato identificato quale autore del furto trenta “gratta e vinci” avvenuto il 17 ottobre del 2017 ai danni di una tabaccheria del posto. Sempre a Matino, è stato denunciato per evasione S.E.L.S., 64enne. Relegato ai domiciliari, non è stato rintracciato in casa dai carabinieri e in seguito è stato rintracciato nelle vie vicine.

Ricettazione è invece il reato contestato a N.D., 35enne di Racale. L’uomo è stato trovato in possesso di undici maniglie d’ottone,  quattro matasse di filo elettrico, sei tazzine in peltro e un rubinetto per sanitari,  proventi di un furto avvenuto e denunciato il 6 febbraio scorso da un 65enne di Taviano, che ha visto così restituita la refurtiva.

A Ruffano, è stato denunciato per violazione della prescrizione di presentarsi presso l’ufficio o il comando di polizia nell’orario in cui si svolgono manifestazioni sportive, C.L., 32enne, sottoposto al Daspo per cinque anni. Sempre a Ruffano, risponde di omessa custodia di cose sottoposte a sequestro V.A., 79enne. Già custode giudiziale della sua autovettura, sottoposta a sequestro, avrebbe arbitrariamente provveduto alla sua rottamazione. A Melissano, invece, è stato denunciato per violazione della misura di prevenzione personale, P.M., 28enne. Sottoposto al foglio obbligatorio con divieto di entrare in quel comune, vi è stato sorpreso a bordo della sua autovettura.

Varie patenti ritirate

Altri quattro fra Racale, Taviano, Casarano e Matino sono stati denunciati per  guida sotto l’influenza dell’alcool. I valori sono risultati superiori a quanto consentito, dopo controlli con l’etilometro. Altrettanti i denunciati fra Alliste, Taviano e Casarano per guida sotto alterazione di sostanze stupefacenti (nello specifico, positivi ai cannabinoidi). In tutti i casi è scattato anche il ritiro della patente. Tre fra Casarano e Ruffano, infine, sono stati denunciati per essersi rifiutati di sottoporsi agli accertamenti. Otto, infine, i segnalati al prefetto per uso personale di stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di controlli fra Casarano e dintorni: scattano decine di denunce

LeccePrima è in caricamento