Raffica di controlli nell'area di Casarano, fioccano denunce e provvedimenti

Spaccio, ricettazione e altri reati. I carabinieri della compagnia e delle stazioni hanno svolto un servizio a largo raggio

LECCE – Controlli serrati negli ultimi giorni, lungo tutto il territorio di competenza, da parte dei carabinieri della compagnia di Casarano. I militari hanno ispezionato circa 500 veicoli, contestando 150 violazioni al codice della strada (di cui gran parte per la mancanza dell’uso delle cinture di sicurezza).

Nel corso dei controlli sono stati denunciati per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti L.F., 26enne di Alliste, trovato in possesso di un involucro contenente 5 grammi di cocaina nella tasca dei pantaloni e di un bilancino di precisione all’interno della propria camera da letto.

Nei guai per minaccia aggravata D.P.A., 22enne di Casarano, che ha puntato un coltello contro il padre convivente. L’arma è stata sottoposta a sequestro. Denuncia per ricettazione per G.R., 26enne, e R.A., 49enne di Acquarica del Capo, che hanno utilizzato un telefono cellulare rubato, nell’aprile del 2018, a un 48enne di Gallipoli. Il telefono è stato restituito al legittimo proprietario. Stesso reato contestato a L.M., 46enne di Taviano, e R.N., 18enne, entrambi di Trieste, in possesso di un telefono cellulare Samsung S7 plus rubato a un 74enne di Ruffano. Segnalato per procurato allarme un 20enne di Collepasso poiché, in orario notturno, senza alcun motivo, ha falsamente segnalato al 112 e il 118 la presenza di una persona priva di sensi per terra sulla pubblica via. Denunciato per evasione D.S.D., 45enne di Casarano residente a Miggiano, rintracciato fuori dal domicilio dopo essersi allontanato da una comunità riabilitativa dove era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Contestato il furto aggravato a R.M., 28enne di Alliste. I carabinieri a conclusione di indagini, lo hanno identificato come autore di un furto di due bidoni aspiratutto rubati all’interno di uno studio legale di Alliste. Accusato del furto di un telefono cellulare dal bancone di un bar a Racale, V.L.D., 40enne residente ad Alliste. Denunciato per furto a Taurisano M.G., 74enne del posto, incastrato dall’acquisizione delle immagini del sistema di video-sorveglianza di una rivendita di tabacchi mentre si appropriava del borsello lasciato temporaneamente incustodito sopra un bancone, contenente documenti personali da un cliente. Lo stesso, una volta scoperto, ha provato a disfarsi del maltolto allontanandosi dal locale. Un sedicenne, dopo essersi impossessato delle chiavi dell’autovettura di proprietà di sua sorella, ha rubato 200 euro custoditi all’interno del cassetto del cruscotto.

Denunciato per truffa D.M., 28enne di Ruffano, poiché mediante artifizi e raggiri, dopo aver pubblicato un annuncio di vendita su sito on line inerente un telefono cellulare, si è fatto versare dalla vittima il corrispettivo su carta di credito prepagata ricaricabile per un ammontare di 450 euro senza mai consegnare l’oggetto venduto, rendendosi irreperibile ai vari contatti indicati nell’inserzione.

Denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere a Racale, G.L., 39enne trovato in possesso, a seguito di perquisizione veicolare, di una mazza in metallo da baseball lunga 60 centimetri. A Melissano, D.S, 27enne, nascondeva nell’auto una mazza in alluminio da baseball lunga 63 centimetri.

Contestata la guida sotto l’influenza dell’alcool a N.S., 27enne di Ruffano, risultato positivo al test presso l’ospedale Casarano, con tasso alcolemico di 1,1 gr./l., superiore ai limiti consentiti. La patente di guida è stata ritirata. Un 27enne e un 41enne sono stati denunciati per essersi rifiutati di sottoporsi al controllo.

Nel corso dei controlli sono state segnalate alle prefetture competenti per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti nove persone di età compresa tra i 41 ed i 16 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento