rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca

Ragazzina violentata in un vicolo, il 16enne nega: “Il rapporto è stato consenziente”

Ha chiesto e ottenuto di essere interrogato dagli investigatori, il giovane salentino accusato di aver abusato di una 14enne. Sequestrato il cellulare

LECCE - Ha negato con fermezza l’accusa di aver violentato una 14enne con la quale si era appartato in un vicolo nei pressi di piazzetta Santa Chiara, a Lecce, la sera del 26 ottobre. Lo ha fatto due giorni fa negli uffici della Questura, accompagnato dal suo avvocato di fiducia Massimo Bellini, attraverso il quale, l’accusato, un 16enne della provincia di Lecce, aveva chiesto di essere interrogato per chiarire la sua posizione, dopo aver scoperto della denuncia che lo riguardava.

“Ci frequentavamo e il rapporto è stato consenziente”, ha dichiarato. Insomma, stando alla sua versione, dalla conoscenza su un social era nata una relazione; quel sabato sera, si erano dati appuntamento nel centro della città e si erano appartati dal resto degli amici per vivere alcuni momenti di intimità.

Stando all’accusa, invece, la 14enne, dopo le effusioni iniziali alle quali non si sarebbe sottratta, non avrebbe voluto proseguire nel rapporto sessuale, ma il giovane non le avrebbe dato ascolto tanto che, ritornata a casa, profondamente turbata, si sarebbe confidata con la madre. E’ stata proprio questa a sporgere denuncia il giorno dopo.

Come siano andate esattamente le cose, saranno le indagini a chiarirlo attraverso l’ascolto di testimoni e l’esame del materiale custodito nel cellulare sequestrato al ragazzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzina violentata in un vicolo, il 16enne nega: “Il rapporto è stato consenziente”

LeccePrima è in caricamento