Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Ragazzini fanno razzia di profumi. Per una 22enne già il divieto di recarsi a Lecce

Una banda composta da quattro brindisini, tra i quali anche minori, inseguita e fermata dalla polizia. Una ragazza minaccia la cassiera e tenta di schiaffeggiare la poliziotta

La refurtiva recuperata dalla polizia

LECCE – In trasferta da Brindisi, per rubare a Lecce, nonostante il divieto di mettere piede nel capoluogo salentino proprio per via di altri furti precedenti. Maijra Altavilla, una 22enne della città adriatica, è stata arrestata questa mattina assieme a un suo concittadino 20enne, A.P.. incensurato. In compagnia di due minorenni, L.N, di 16 anni e C.S., di un anno più anziano, hanno “ripulito” gli scaffali di Coin da profumi e prodotti cosmetici.

I quattro hanno arraffato merce per un valore totale di 761 euro. Ma il furto è stato notato dagli addetti alla vigilanza dei magazzini nel cuore di Lecce, i quali hanno anche allertato le forze dell’ordine. Hanno cercato di bloccarli: i due minorenni sono stati fermati con la refurtiva, gli altri due sono riusciti a dileguarsi. Gli agenti della sezione volanti, nel frattempo sopraggiunti, hanno bloccato il 20enne in piazza Mazzini. La ragazza, invece, è entrata nuovamente nel locale, cercando di richiamare i due minorenni.

Impavida – soltanto poco prima ha minacciato di schiaffeggiare la cassiera, se si fosse permessa di trattenerla – si è ritrovata davanti la polizia. Anche in questo caso, ha dimostrato testardaggine e indolenza, avvicinandosi persino a una poliziotta per darle un ceffone. Per la 22enne e per l’altro ragazzo maggiorenne sono scattati gli arresti domiciliari con l’accusa di rapina impropria in concorso. Per gli altri due, stessa accusa, la denuncia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzini fanno razzia di profumi. Per una 22enne già il divieto di recarsi a Lecce

LeccePrima è in caricamento