menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzo marocchino scomparso da due mesi, l'appello della sorella

Di Khalid Lagraidi, 41 anni, si sono perse le tracce il 23 giugno scorso. La sorella si è rivolta all'associazione Penelope

LECCE – Sono ormai giorni di angoscia e preoccupazione per la famiglia di Khalid Lagraidi, 41 anni, che spera di potere presto riabbracciare il proprio caro. All’associazione Penelope Puglia onlus si è rivolta nei giorni scorsi la sorella Souad Lagraidi residente a Lecce, che ha denunciato la scomparsa il 29 giugno in questura. La donna chiede che sia rivolto un appello affinché vengano effettuate le ricerche e le investigazioni anche sulle ultime chiamate sull’utenza cellulare di Khalid che risulta spento dai momenti successivi alla scomparsa avvenuta il 23 giugno scorso a Lecce.

Il personale della questura alla quale si è rivolta più volte la sorella, che teme gli sia accaduto qualcosa, ha riferito in ogni occasione che stanno facendo tutto il possibile ma le preoccupazioni aumentano giorno dopo giorno a causa del tempo finora trascorso (ben due mesi). Come associazione a tutela delle persone scomparse, nel pieno rispetto delle indagini che non abbiamo motivo di dubitare siano effettivamente in corso, Penelope ha provveduto a segnalare il caso alla prefettura di Lecce per quanto concerne la questione legata all’attivazione del piano provinciale e contestualmente alla questura, ufficio immigrazione compreso, per sollecitare ulteriori ricerche ed eventuali attività d’indagine utili ai fini del rintraccio.

La persona scomparsa, secondo quanto riferito dalla sorella, è in possesso di regolare documentazione in merito alla presenza sul territorio italiano, era in fase di integrazione e munito di licenza per l’attività di commercio ambulante per portare avanti la famiglia. Pur munito di patente di guida, si spostava a piedi o con i mezzi pubblici.  Di carattere buono e tranquillo, sempre a distanza da situazioni “poco buone”, non aveva alcun motivo di allontanarsi volontariamente perché coniugato con prole in tenera età anche se nel Paese di origine. Sembra sia svanito nel nulla e dalle prime ricerche dei familiari nei giorni successivi alla scomparsa, anche tramite amici e connazionali, non sono riusciti ad attingere alcuna informazione o notizia utile per poter aiutare gli investigatori.

Il 41enne è alto un metro e 70, con capelli corti di colore nero occhi di colore nero e indossa occhiali da vista, corporatura magra. Nelle giornate calde indossa abitualmente un cappellino. Chiunque dovesse avere sue notizie può contattare le forze dell’ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento