Ragnatele elettrificate. E Peyla cambia colore ai pali

L'assessore alla Mobilità sta pensando di rendere l'impatto visivo meno traumatico sostituendo l'attuale tinta dei piloni con una gradazione più morbida. Forse panna. Ma intanto le proteste continuano

Il percorso della metropolitana di superficie intorno al centro
"Da residente in viale Marconi subirò lo scempio dei pali e dei cavi. Con un esposto al sindaco ho messo in evidenza che i pali sono stati posti quasi in corrispondenza di alcune finestre. Un orrore che potevamo risparmiarci per continuare a godere del nostro cielo azzurro senza ragnatele elettrificate". E' il commento di un lettore di LeccePrima. Emblematico, traccia in poche righe quel che sembra essere il leit motiv ormai diffuso tra molti residenti e che sta accompagnando la fase finale del progetto per la realizzazione della metropolitana di superficie.

I pali. Già, sembrano essere loro i maggiori imputati, i centinaia di piloni di colore nero che sono stati collocati in lungo e largo intorno alla città, ma che si condensano lì dove i filobus dovranno manovrare per poter svoltare e attraversare strade e piazze. Stazione ferroviaria di Lecce (nella foto): alzate gli occhi al cielo, quando sarete da quelle parti. C'è chi lo chiama scempio. Esagera? A voi le considerazioni.

E così, visto che dei pali non se ne può fare a meno, cambiar loro colore per renderli meno cupi e tristi potrebbe essere la soluzione a cui sta pensando l'assessore al Traffico e alla mobilità del Comune di Lecce Giovanni Peyla: "Intanto vorrei dire che sono pochissimi i residenti che si ritrovano i pali di fronte la propria abitazione. Adesso stiamo valutando l'ipotesi di cambiare colore ai pali delle linee filoviarie interne che costeggeranno il centro storico. Intanto proveremo a vedere l'effetto che fa su uno, due pali fuori città. Pensavamo ad un colore panna, che possa in qualche modo ammorbidire l'impatto visivo che invece produce l'attuale colorazione dei sostegni dei cavi elettrici. Il sistema filoviario d'altronde è questo e non possiamo volare. Se vogliamo un'aria più pulita - aggiunge Peyla - quella della metropolitana di superficie è una buona soluzione. L'importante è vivere e respirare bene, se poi c'è un palo in più questo non può crearci problemi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Ora, se la metropolitana di superficie risolleverà Lecce dall'incubo traffico, smog e quant'altro per consegnare ai cittadini, strada facendo è il caso di dire, aree urbane più vivibili e meno inquinate, lo potrà dire solo il tempo. Meglio abituarci all'idea nel frattempo studiarci la mappa dei percorsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento