Cronaca

Raid vandalico nella scuola, due ragazzi nei guai

Un 20enne ed un 15enne sarebbero gli autori dei danni nella primaria di via Crocifisso, a Cavallino. Piano terra allagato, lavagne, muri e registri di classe imbrattati, anche con scritte minacciose

cc-surbo_(2)-24

CAVALLINO - Chi non ricorda la gang dei cosiddetti "fighetti", i ragazzi che di notte si divertivano a mettere a soqquadro le aule delle scuole di Lecce, rompendo vetri e svuotando estintori? Se quella vicenda si concluse a suo tempo con denunce della Digos, purtroppo, gli emuli, da allora in poi, non sono comunque mancati. Anche se più sporadicamente, altri, negli anni, hanno svolto raid vandalici negli edifici scolastici, ed è avvenuto di nuovo ieri, nel vicino comune di Cavallino, dove due giovanotti si sono svagati per ore nella scuola primaria di via Crocifisso, combinandone di cotte e di crude, salvo poi essere comunque scoperti dai carabinieri della stazione locale, che si sono subito adoperati a svolgere indagini.

E si tratta di indagini, peraltro, svolte in maniera tradizionale, vagliando tutti i giovani che di sera usano ritrovarsi in quella zona, alle spalle del castello, e alla fine riuscendo ad identificare come presunti autori un 20enne, G.M., ed un 15enne, V.D.. Da parte loro, anche una parziale ammissione.

Secondo quanto ricostruito fino a questo momento, nel primo pomeriggio, scassinando una finestra al pian terreno, i due si sarebbero introdotti nella scuola e, utilizzando l'impianto antincendio, avrebbero da principio iniziato ad allagare i locali del primo piano, per poi concentrarsi sull'immancabile opera d'imbrattamento di muri, lavagne e registri di classe, componendo anche frasi dal tenore minaccioso.


I due giovani ragazzi sono stati denunciati a piede libero per danneggiamento aggravato e violazione di domicilio. Tutta la vicenda è ora al vaglio delle rispettive Procure, quella ordinaria per il maggiorenne e quella per i minori per il 15enne. Per loro, e soprattutto per le loro famiglie, si prospetta anche l'onere di risarcire i danni causati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid vandalico nella scuola, due ragazzi nei guai

LeccePrima è in caricamento