Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Randagio azzanna bimba al volto: guarirà in otto giorni

Si trova ricoverata presso l'ospedale di Scorrano una bambina di Otranto che ha subito pesanti graffi al viso. E' stata attaccata con ferocia da un grosso meticcio nel corso dell'ultimo week-end

La Villa comunale di Otranto, dove è avvenuto l'episodio.

Una bambina ad Otranto è stata aggredita da un cane randagio di media taglia nel centro abitato della perla dell'Adriatico. Il fatto è accaduto nel pomeriggio di sabato, ma la notizia è emersa soltanto oggi. La piccola è stata trasportata dai genitori nel vicino ospedale di Scorrano, dove i medici del pronto soccorso le hanno riscontrato un sfregio sul viso. Guarirà in otto giorni ed è stata dimessa subito dopo le medicazioni. Secondo i primi accertamenti, il fatto è avvenuto in pieno centro, nei pressi della villa comunale della "Città dei Martiri", che sorge davanti ad uno degli ingressi principali del borgo antico. La bambina era andata a giocare alle giostre che sorgono nelle vicinanze, quando per motivi ancora da accertare chiaramente, il cane randagio, che sembrava stesse riposando, ha aggredito la piccola con ferocia, mordendola sulla guancia destra.

Non è improbabile che a scatenare l'aggressione, come spesso succede in questi casi, sia stata qualche mossa falsa che ha portato l'animale alla reazione. Le indagini sono coordinate dai militari della locale stazione, supportati dai colleghi della compagnia di Maglie. Il meticcio sarebbe stato rintracciato e preso in consegna dagli organi competenti per accertare se abbia qualche malattia. Resta comunque ancora un mistero perché la bambina sia stata azzannata al volto. Per ora si sa soltanto che si trova ricoverata in una stanza d'ospedale, con il viso rovinato per i graffi subiti. I genitori non hanno sporto denuncia. E' il secondo episodio del genere in provincia di Lecce, nel giro di poche settimane. La sera del 25 aprile, nelle campagne di Leverano, un cane randagio aggredì una bambina di 7 anni che giocava con alcuni amichetti. Fortunatamente il padre, che si trovava nelle vicinanze, riuscì ad allontanare l'animale prima che potesse fare danni più seri, trasportando poi la figlia presso l'ospedale di Copertino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Randagio azzanna bimba al volto: guarirà in otto giorni

LeccePrima è in caricamento