Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

rapina alla stazione di servizio: via con 1.000 euro

Due malviventi hanno rapinato, con una pistola, un addetto alle pompe di benzina della Erg, sulla tangenziale Est. Non contenti avrebbero voluto derubare anche un automobilista, ma poi hanno desistito

Neanche farlo apposta. Il nuovo questore Vittorio Rochira ha giusto parlato questa mattina dell'implementazione del sistema di video-sorveglianza anche a Lecce e proprio un sistema di video-sorveglianza, quello della stazione di servizio Erg, sulla tangenziale Est, in direzione Brindisi, ha fornito agli agenti della polizia di Lecce alcuni spunti interessanti dai quali avviare le indagini che, si spera, consentiranno di acciuffare una coppia di malviventi, la quale ha agito questo pomeriggio, intorno alle 14,45, sottraendo ad un addetto alle pompe poco più di mille euro. I due giovani, con cappelli calati sul volto per travisare i volti, sono giunti a bordo di una Fiat Punto scura e si sono fermati nel piazzale. Uno dei due è sceso, minacciando l'addetto con una pistola, l'altro è rimasto al volante, pronto a darsi alla fuga.

Il giovane, vista la canna dell'arma spianata, non ha potuto fare altro che consegnare i soldi. E quando il malvivente è rientrato in auto, insieme al complice alla guida, entrambi hanno esitato per alcuni istanti alla vista di un'auto in ingresso: si sono affiancati, avrebbero forse desiderato "incassare" più contante rapinando anche l'automobilista. Ma hanno subito desistito, probabilmente perché hanno intuito di essere ripresi dalle telecamere, o comunque nella consapevolezza che nel giro di poco tempo sarebbero piombate sul posto le pattuglie.


Grazie all'ausilio delle immagini, gli agenti della Questura di Lecce hanno potuto intravedere la targa e scoprire che la Uno era stata rubata alcuni giorni addietro nel capoluogo. Ora gli inquirenti non escludono che i fotogrammi possano evidenziare ulteriori dettagli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

rapina alla stazione di servizio: via con 1.000 euro

LeccePrima è in caricamento