Cronaca Via Giuseppe Garibaldi

Quattro rapinatori in casa del medico: feriscono vittima con punteruolo e via col bottino

Ad agire una banda composta, con ogni probabilità, da un italiano e da tre individui dell’est Europa. Erano muniti di pistola e arnesi da scasso

La stazione dei carabinieri di Alezio

ALEZIO – Una violenta rapina, nel cuore della notte, ai danni di una coppia di anziani. E’ caccia ai quattro malviventi – uno sarebbe italiano, gli altri probabilmente dell’Est Europa – che intorno all’una e mezzo hanno ferito due 80enni di Alezio, un noto medico in pensione, Lucio Pedaci, e sua moglie, Giovanna Nisco, ex sindaco del piccolo comune messapico. Il professionista, colto di sopresa dalla banda di rapinatori, è stato persino ferito con un punteruolo e colpito alla testa per aver opposto resistenza.

L’incubo è cominciato mentre le due vittime dormivano nella propria camera da letto, in via Giuseppe Garibaldi. I quattro malviventi si sono introdotti in casa dopo aver mandato in frantumi il vetro di una finestra. Uno era armato di pistola, non è dato sapere se giocattolo o se autentica, gli altri tre avevano in mano alcuni arnesi per lo scasso.

Vigilante minacciato: "Vattene o ti ammazzo"

Tutti con il volto coperto da passamontagna hanno minacciato e strattonato più volte i due malcapitati. Dapprima hanno arraffato alcuni monili in oro, del valore ancora in fase di quantificazione e una somma di circa 800 euro. Non contenti, però, hanno anche cercato di costringere i coniugi ad aprire la cassaforte. Fortunatamente, i due anziani si sono mostrati tenaci. Sono riusciti a temporeggiare senza lasciare accesso al forziere. Intanto, grazie all’allarme collegato con la sala operativa di un istituto di vigilanza, è giunta una guardia giurata la quale si è poi rivolta al 112. Il vigilante si è visto aprire la porta dal malvivente armato, il quale gli ha intimato: "Vattene da qui o ti ammazzo". 

Arrivano sul posto i carabinieri 

Sul posto però, sono giunti i carabinieri della stazione locale, coordinati dal maresciallo Paolo Novello, assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Gallipoli, guidata dal capitano Francesco Battaglia.

I militari dell’Arma hanno immediatamente prestato aiuto alla coppia, che ha riportato ferite lacero-contuse, giudicate guaribili in pochi giorni, e avviato le indagini. I quattro malviventi, stando alle prime ricostruzioni, avrebbero lasciato la casa del professionista in pensione per poi scappare a piedi lungo le vie della zona. Non è però escluso che le videocamere di sorveglianza installate all’esterno di alcuni esercizi commerciali possano aver immortalato la fuga della banda e la vettura utilizzata per far perdere le tracce.

E' caccia tra le province di Lecce e Brindisi: gli inquirenti sono insospettiti dal modus operandi. Diversi elementi, infatti, farebbero pensare ad alcune analogie con un'altra, violenta rapina, messa a segno nel mese di luglio, alla periferia di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro rapinatori in casa del medico: feriscono vittima con punteruolo e via col bottino

LeccePrima è in caricamento