Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Via Lecce

In banca da un foro. Rapinatori fuggono con 50mila euro

I malviventi hanno fatto irruzione nella filiale Monte dei Paschi di Siena di via Lecce, a Surbo, intorno alle 13. Armati e con il volto coperto, sono riusciti ad accedere ai locali attraverso un buco alla parete. Ricercati

La banca presa di mira

SURBO - L'istituto di credito Monte dei Paschi di Siena preso di mira ancora una volta. Non per scandali finanziari, bensì per una rapina messa a segno intorno alle 13, da una banda di malviventi che ha fruttato un maxi bottino da 50mila euro.

Questi ultimi hanno fatto irruzione nei locali della filiale di via Lecce, a Surbo, attraverso un buco effettuato alla parete di un locale commerciale adiacente, incuranti anche della presenza, a pochi metri di distanza, della caserma locale dei carabinieri. Tramite quel foro, probabilmente praticato nel corso della notte, hanno avuto accesso ad un locale dell’istituto di credito usato come deposito.

I tre autori del gesto, volto coperto e tutti armati di pistole, hanno minacciato i dipendenti della banca, sospingengoli nel magazzino per avere gioco libero davanti alle casse. Prelevato il corposo bottino, i malviventi sono fuggiti dallo stesso buco dal quale erano entrati. Sul posto sono giunti i militari dell'Arma della stazione locale e del nucleo radiomobile di Lecce, coordinati dal tenente Alessio Perlorca, assieme al personale del 118, per fornire soccorso ai malcapitati.

Gli inquirenti hanno perlustrato l'area adiacente, specie quella dell'abitazione, per ricostruire la via di fuga dei rapinatori che ora sono ricercati. Tutte le principali vie della zona sono in questi stanti tenute sotto osservazione, con posti di blocco allestiti lungo i punti nevralgici.

Da tempo non si registravano episodi analoghi nel Salento. Nonostante l'emergenza rapine che, costantemente, continua a minacciare la zona, gli istituti di credito non sembrano essere l'oggetto preferito dei malviventi. Un dato quasi certamente dettato dal fatto che le banche, sempre più, si sono attrezzate di sofisticati dispositivi d'allarme, e stipulando convenzioni con il servizio di vigilanza privata.

Tant'è che i fatti di cronaca relativi ad istituti bancari, riguardano oramai principlamente furti, o tentativi di rapina falliti. L'ultimo, vero colpo,in ordine di tempo, risale allo scorso 10 settembre quando una coppia di individui si spacciò per clienti e, armata di taglierino, riuscì a rimediare un bottino di oltre 2mila e 500 euro, dalla filiale Arditi-galati di via san Cesario, a Lecce. In quell'occasione, gli autori furono arrestati soltanto un paio di settimane dopo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In banca da un foro. Rapinatori fuggono con 50mila euro

LeccePrima è in caricamento