Rapina nel bar con mazza da baseball e lancio di ordigno: 21 anni di reclusione

Arrivano le condanne per l’episodio avvenuto il 4 ottobre del 2018 nel “Bar Anthony” di Casarano. Riconosciute nel processo le accuse contestate a Francesco Memmi, del posto, e Luigi Tartaglione, di Ugento

CASARANO - Entrarono nel bar con mazze da baseball, costringendo il figlio del titolare, dal quale solo qualche ora prima avevano preteso denaro, a consegnare l’incasso della mattinata, per poi sfasciare vetrine e mobili, e concludere l’azione con l’esplosione di un ordigno nel locale. Secondo le indagini, a fare irruzione, il 4 ottobre del 2018 nel “Bar Anthony”, di Casarano, furono Francesco Memmi, 30enne del posto, e Luigi Tartaglione, 51 anni, di Ugento.

La conferma della loro responsabilità è arrivata anche nel processo di primo grado con la condanna a 10 anni per il primo e 11 per il secondo. E’ il verdetto emesso nei giorni scorsi dal collegio giudicante con il presidente Stefano Sernia, al quale la pubblica accusa rappresentata dal pubblico ministero Maria Rosaria Micucci aveva invocato, rispettivamente, pene per 7 e 8 anni.

I difensori degli imputati, gli avvocati Roberto Bray e  Leonilda Marzano, hanno annunciato che non appena saranno depositate le motivazioni del dispositivo (entro novanta giorni) presenteranno ricorso in appello.

MEMMI Francesco-3TARTAGLIONE Luigi-3A Memmi e Tartaglione, oltre all’episodio ai danni dell’attività commerciale, venivano contestati altri reati commessi nell’agosto dello scorso anno. Ad accertarli furono i carabinieri del Norm di Casarano nell’ambito dell’inchiesta condotta dal sostituto procuratore Luigi Mastroniani, a conclusione della quale scattò l’arresto con l’operazione denominata “Breaker bar”.

In particolare, all’uno erano attribuiti un tentato furto in un appartamento e due furti, di una borsetta da un’auto e di monili d’oro da un’abitazione; all’altro, l’accusa di ricettazione, per avere rivenduto ad un compro-oro di Casarano un anello in oro giallo con pietra azzurra, provento del furto in abitazione compiuto dal presunto complice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento