Cronaca Via Lecce

Sotto minaccia di una pistola svuotano cassa dell’Eurospin. Caccia alla Punto grigia

In due, intorno alle 19, hanno fatto irruzione armati nel discount a Surbo. Hanno costretto i commessi a consegnare il denaro custodito nel registratore di cassa, per poi fuggire assieme a un terzo complice. Carabinieri del Norm e di Surbo sono sulle tracce dell'auto utilizzata dalla banda

I momenti successivi alla rapina

SURBO – Nel giro di alcuni minuti, i clienti hanno proseguito con la spesa e le provviste, come se nulla fosse accaduto. E, invece, intorno alle 19 due malviventi incappucciati, e muniti di pistola forse giocattolo, hanno fatto irruzione nel discount “Eurospin” di Surbo, per mettere a segno una rapina.

E’ accaduto tutto in pochi secondi. L’irruzione, la minaccia al personale e poi la fuga con il bottino: il denaro contenuto in uno dei registratori di cassa, in fase di quantificazione ma che si aggirerebbe attorno ad alcune centinaia di euro. Arraffata la somma, sono fuggiti all’esterno, dove ad attenderli c’era un terzo complice. Quest’ultimo, secondo le testimonianze fornite da alcune persone che hanno assistito al colpo, avrebbe condotto una Fiat Punto di colore grigio, utilizzata dalla banda per raggiungere il market.

Semplice il momento della fuga: il supermercato si trova, infatti, in via Lecce, nei pressi di una rotatoria che si trova all’ingresso del comune dell’hinterland del capoluogo salentino. Da quel punto strategico, i malviventi hanno facile accesso alla strada statale 613 e allo svincolo per la tangenziale.

Sul posto, per i rilievi, sono stati fatto giungere sia i carabinieri della stazione di Surbo,  sia quelli del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia leccese, e gli agenti della sezione volanti per avviare la caccia ai responsabili. Al vaglio degli investigatori dell’Arma, le videocamere di sorveglianza installate all’esterno dell’esercizio commerciale e lungo quella stessa via.

I testimoni hanno, intanto, fornito alcuni indizi e la descrizione sommaria dei malviventi. Si attende la visione dei fotogrammi per stabilire se l’auto utilizzata per la rapina sia o meno rubata: nessuno tra i presenti è riuscito ad annotare il numero di targa. Poco, dopo, intanto, una seconda rapina (di cui riferiamo a parte) è stata portata a termine anche in una farmacia di Magliano, frazione di Carmiano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto minaccia di una pistola svuotano cassa dell’Eurospin. Caccia alla Punto grigia

LeccePrima è in caricamento