rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca Galatone

Rapina in casa di un 86enne sfociata nel sangue, condannati a 14 anni

Il processo vedeva imputati i due galatonesi Sebastiano Zambonini e Andrea Calamaio per l'episodio avvenuto il 25 aprile 2015

LECCE - Dovranno spartirsi quattordici anni di reclusione i due galatonesi Sebastiano Zambonini, 31 anni, e Andrea Calamaio, 41, ritenuti gli artefici della rapina sfociata nel sangue compiuta la notte del 25 aprile di un anno fa in casa di un 86enne di Galatone.

A leggere il verdetto di condanna (che ha superato di un anno la richiesta formulata per ciascun imputato dal pubblico ministero Maria Vallefuoco) è stato ieri sera il giudice Gabriele Perna, a capo del collegio composto dai colleghi Coppola e Silvia Minerva. Gli avvocati difensori, Maurizio My (per Calamaio) e Attilio Carrozzini (per Zambonini) valuteranno il ricorso in appello non appena saranno depositate le motivazioni della sentenza (entro novanta giorni).

calamaio andrea-2-2-2-2Fondamentali alle indagini furono le tracce di sangue perse da uno dei rapinatori in casa dell'anziano che per difendersi gli sferrò una coltellata, rendendo necessario il suo ricovero in ospedale. Dalle verifiche svolte, i carabinieri scoprirono che quella notte Zambonini si era recato all'ospedale di Galatina con una ferita da taglio alla gola. Messo alle strette dai militari, il 31enne ammise le sue responsabilità. Ha sempre negato le accuse, invece, il presunto complice al quale gli investigatori riuscirono a risalire analizzando i contatti telefonici nel cellulare di Zambonini e grazie a un testimone.

zambonini sebastiano - Copia-2-2-2Questi a dibattimento ha confermato la ricostruzione di quella notte, già riferita ai militari durante le indagini: di aver accompagnato Zambonini e Calamaio nei pressi dell'abitazione della vittima per acquistare dello stupefacente, di averli attesi una mezzoretta per la consegna, e che Zambonini ritornò con una ferita al collo. A eseguire l'arresto (ai domiciliari) un mese dopo il colpo che fruttò 400 euro e alcuni libretti postali furono furono i militari dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gallipoli, assieme ai colleghi della Stazione di Galatone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in casa di un 86enne sfociata nel sangue, condannati a 14 anni

LeccePrima è in caricamento