In tre armati immobilizzano il custode della Sgm: vengono immortalati dalle videocamere

La rapina, intorno all'una e mezzo della notte, in via Vernole, negli uffici della società partecipata del Comune di Lecce. Gli individui, volto travisato e pistola in pugno, hanno legato il 59enne alla sedia, nel gabbiotto, per poi "ripulire" l'armadietto metallico di duemila e 300 euro e fuggire. Ricerche e indagini da parte dei carabinieri

La sede della Sgm

LECCE  - Hanno legato il custode alla sedia, all’interno del gabbiotto, per mettere a segno una rapina. L’irruzione dei malviventi, nella notte, nella seda della Sgm, la società detenuta al 51 per cento dal Comune di Lecce, per mettere a segno una rapina.

L’incubo, per il malcapitato, è cominciato intorno all’una e mezzo, quando tre individui, armati di pistola e con il volto coperto, sono entrati negli uffici di via Vernole, per impossessarsi del denaro del quale, evidentemente, conoscevano l'esistenza. Il custode, un uomo di Lecce di 59 anni, è stato trattenuto da due dei rapinatori, mentre il terzo gli ha bloccato braccia e arti inferiori con dei fili in rame.

Non è dato sapere se gli arnesia siano stati recuperati sul luogo stesso o se, al contrario, i malviventi li abbiano portati appresso. Servendosi di alcuni arnesi hanno manomesso il lucchetto di un armadio in metallo, per poi arraffare diverse cassettine, posti sui ripiani, contenenti un totale di duemila e 300 euro. Si tratta dell'incasso della società: in parte gli introiti dei parchimetri, altri scaturiti dalla vendita dei biglietti dei mezzi del trasporto pubblico.

Si sono dileguati a piedi e ora sono ricercati dai carabinieri. E' stato lo stesso 59enne, infatti, a riuscire a liberarsi e allertare le forze dell'ordine. Sul posto, per le indagini, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce, guidata dal maggiore Pasquale Carnevale, assieme ai colleghi del Nucleo investigativo, diretto dal capitano Biagio Marro. Gli inquirenti sono già al lavoro da ore, per cercare di risalire ai tre responsabili del gesto: la banda è stata immortalata dalle videocamere e presto potrebbero esserci sviluppi investigativi.

Gli inquirenti dell'Arma hanno effettuato alcune verifiche negli ambienti in cui si è consumata la rapina, alla ricerca di indizi illuminanti. Al momento, oltre alle dichiarazioni dell'uomo, sono al vaglio anche le testimonianze di altri "occhi". Sia quelli elettronici, installati all'esterno dell'area, e lungo la zona; sia quelli di alcuni testimoni che, di passaggio a quell'ora, potrebbero aver notato i movimenti dei malviventi. A ridosso degli uffici, infatti, ha sede anche l'area di servizio "Q8". Un distributore aperto 24 ore su 24, e sempre frequentato. Gli stessi mezzi della Sgm sono soliti fare nella stazione di via Merine il rifonrimento di carburante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono molto amareggiato per quanto accaduto la scorsa notte negli uffici di via Vernole - commenta il presidente di Sgm, Mino Frasca - e desidero esprimere la più sincera solidarietà al custode, vittima dell’aggressione da parte dei tre malviventi. Sono sicuro che le forze dell’ordine e gli inquirenti stiano già facendo di tutto per individuare e assicurare alla giustizia, quanto prima, gli autori del furto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento