Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca Corso della Repubblica

Armati in due negozi. Nella seconda rapina partono anche proiettili

In due, alle 20, hanno fatto irruzione in una rivendita di Lizzanello. Sotto la minaccia delle pistole, si sono fatti consegnare incasso e confezioni di sigarette dalla proprietaria. Poi la fuga assieme a un terzo complice sul mezzo sottratto a un barbiere. Altro colpo anche in un esericizio di Porto Cesareo

Foto di repertorio

LIZZANELLO – Dei tre, due erano armati di pistola. Hanno fatto irruzione nella tabaccheria di Maria Morena Ingrosso, a Lizzanello, e hanno messo a segno una rapina che ha fruttato circa 500 euro e alcune confezioni di sigarette. Alcune decine, secondo  i primi riscontri.

 La banda, composta da individui con il volto travisato da passamontagna, si è presentata nella rivendita di tabacchi, su Corso della Repubblica,  intorno alle 20. Sotto la minaccia delle armi, in due si sono fatti consegnare dalla donna i contanti contenuti nel registratore per poi raggiungere l’esterno, dove il terzo complice attendeva la coppia a bordo di una Lancia Delta nuovo modello, di colore grigio chiaro. La stessa sottratta a un barbiere 38enne di Lequile, lo scorso 3 gennaio. Intorno alle 14,30 di quel venerdì, una coppia di individui accostò l'uomo al semaforo, costringendolo a scendere e a cedere il proprio veicolo.

Alcuni testimoni hanno visto i malviventi sfrecciare in strada in uno slalom tra gli altri mezzi. Eppure, invece di imboccare la direzione di Pisignano, dirigendosi quindi all’uscita del piccolo comune, si sono diretti verso il centro storico. E’ possibile, dunque, che altri passanti abbiano notato l’autovettura passare lungo le vie del paese.  Ed è  altrettanto possibile che ulteriori dettagli vengano forniti alle forze dell’ordine nel corso delle prossime ore.

Sul posto, i carabinieri della stazione locale, guidati dal maresciallo Vito Prete, per ascoltare i presenti e la vittima del colpo. Al vaglio dei militari dell’Arma, l’eventuale presenza di impianti di videosorveglianza installati su esercizi adiacenti alla tabaccheria. Lo scorso 18 settembre, un’altra rapina fu messa a segno nel comune dell'hinterland leccese, sempre ai danni di un’altra rivendita di tabacchi, in via Cavour, di proprietà di Andrea Selmi. Ad agire, in quell’occasione, la banda della Fiat Uno, poi fermata il giorno successivo, durante un’operazione condotta dagli agenti della squadra mobile di Lecce.

All'incirca allo stesso orario, quello della chiusura degli esercizi commerciali, inoltre, una coppia di malviventi si è presentata anche in una cartoleria di Porto Cesareo. Si tratta dell'attività "Viceversa", in via Cilea, una delle strade centrali del borgo ionico. La titolare del negozio è rimasta immobilizzata dalla paura. A differenza della rapina perpetrata a Lizzanello, infatti, i rapinatori questa volta hanno utilizzato l'arma, ed esploso due colpi di pistola in aria. Senza, fortunatamente, ferire la donna, nè altre persone. Arraffato il bottino in contanti dalle mani della negoziante, si sono dileguati lungo le vie del paese, e ora sono ricercati dalle forze dell'ordine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armati in due negozi. Nella seconda rapina partono anche proiettili

LeccePrima è in caricamento