Assalto nell’ufficio postale. Armati di pistola e fucili portano via duemila euro

Hanno agito intorno alle 17 i quattro malviventi che, armati, sono riusciti ad arraffare un bottino di duemila euro dall'ufficio postale di Trepuzzi, già colpito lo scorso anno. Sul posto, carabinieri della stazione locale, del Norm di Campi Salentina e della sezione Investigazioni scientifiche. Posti di blocco in tutta l'area

L'ufficio rapinato nel pomeriggio

TREPUZZI -   Sono passati in azione alcuni minuti prima della chiusura dell’ufficio postale. Intorno alle 17,00, una banda composta da almeno quattro malviventi ha messo a segno una rapina ai danni dello sportello di via Gaetano Brunetti, a Trepuzzi. Una scena inquietante già vissuta un anno addietro.

Armati di una pistole e due fucili, esattamente come il 22 giugno del 2013 (ma anche nel 2011) i rapinatori hanno fatto irruzione nel locale della posta, per poi minacciare i pochi clienti ormai rimasti e gli impiegati. Con le armi puntate contro i malcapitati, alcuni dei quali hanno anche accusato forti momenti di agitazione, si sono fatti consegnare una somma di circa duemila euro, per poi fuggire.

Hanno raggiunto una Fiat Bravo di colore grigio scuro, parcheggiata all’esterno, dove vi era almeno un complice, forse due. Non è dato sapere se qualcuno, tra i testimoni, sia riuscito ad annotare il numero di targa. Ai carabinieri della stazione locale, giunti assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina, i presenti hanno dichiarato di non essere riusciti a cogliere i tratti somatici dei malviventi, perché accuratamente travisati da cappucci. Indossavano, inoltre, anche dei guanti, per non lasciare tracce.

Potrebbero essere le videocamere di sorveglianza a fornire quelle risposte, ma non ve ne sarebbero, almeno nell'isolato. Gli investigatori stanno, pertanto, puntando su quelle dello stesso ufficio postale, sperando di poter recuperare fotogrammi e tracce nitide sull'accaduto.

Le indagini, anche in collaborazione con i colleghi della sezione Investigazioni scientifiche, sono state immediatamente avviate per cercare di stringere il cerchio attorno ai rapinatori. Sono stati disposti diversi posti di blocco lungo le arterie principali della zona, e in corrispondenza di strade di passaggio come quelle che collegano Trepuzzi a Surbo, e nei pressi delle vie di collegamento per la vicina statale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento