Un pugno e via con 20mila euro: imprenditore rapinato davanti alla banca

L'uomo si stava recando presso la Bpp di viale Marche per lasciare i soldi. Ma ad attenderlo c'erano due malviventi a bordo di uno scooter. Le indagini affidate alla squadra monobile

La banca presso la quale si stava recando il malcapitato.

LECCE - Si stava recando come ogni giorno o quasi a presso la filiale della Banca popolare pugliese di viale Marche. Con sé, una busta con denaro da versare sul conto. Nel mondo delle nuove tecnologie, della moneta elettronica e dell’Internet banking, una scelta che, nonostante tutto, ancora oggi appartiene a molti imprenditori. Persino giovani. Accollandosi però il serio rischio di essere pedinati, bloccati e depredati.

L’uomo, originario di Taranto, di 41 anni, residente a Lecce e titolare di una ditta di trasporti, è stato malmenato nel primo pomeriggio di oggi, rimanendo vittima di una rapina dal modus operandi ormai quasi abusato. La sua vicenda, un dejà vu, perché fin troppo simile a tante altre.

Erano le 14,30 circa quando l'imprenditore, con una busta contenente ben 20mila euro, è stato letteralmente abbordato da due soggetti in scooter. Lo stavano attendendo, a quanto pare, proprio nelle vicinanze della Bpp. Sapevano bene le sue usanze e il percorso. Rapinatori ben informati, quindi soggetti che lo conoscono di persona o che, magari, hanno acquisito certe informazioni da soggetti vicini alla vittima. Aspetti che ora dovrà appurare la squadra mobile di Lecce, alla quale sono delegate le indagini.

Per impossessarsi del denaro, i malviventi non hanno dovuto faticare molto. L’uomo era solo, a piedi. Uno dei due è sceso dallo scooter, modello imprecisato, scuro, di grossa cilindrata, e, sempre tenendo in testa il casco integrale, s’è avvicinato e senza mezzi termini ha colpito l’imprenditore in pieno volto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Colto alla sprovvista e stordito dal violento colpo, non è riuscito a trattenere la busta. Il malvivente gliel’ha arraffata e con il complice si è dileguato in un baleno. Ironia della sorte, la vicenda è avvenuta a poche decine di metri dalla questura. L’edificio, come noto, si trova alla confluenza fra viale Marche e viale Otranto. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia delle volanti. In seguito l’uomo si è recato negli uffici della squadra mobile per sporgere denuncia. Ha riportato ferite, medicate dai sanitari del 118, guaribili in dieci giorni.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento