rotate-mobile
Cronaca Via Marcello Chiatante

Assalto armato nella zona industriale. Rapinano auto di una commerciante e fuggono

Una leccese ha allertato gli agenti di polizia, raccontando di aver subito una rapina nella zona industriale da parte di quattro individui che, sotto la minaccia di armi, e hanno sottratto una Opel Meriva, poi ritrovata alla periferia di Surbo. La malcapitata, sotto choc, è finita in ospedale

LECCE - Intorno a mezzogiorno, M.R., una donna di 38 anni, titolare di una tabaccheria di via Lequile, in città, che viaggiava su una Opel Meriva trasportando tabacchi - dei quali era appunto andata a fare rifornimento in un magazzino specializzato nella distribuzione all'ingrosso -è stata affiancata da quattro uomini, tutti incappucciati con passamontagna, a bordo di una Alfa 147. Minacciata con delle armi, tra cui una mitraglietta, è stata fatta scendere e con la sua auto si sono allontanati in due, gli altri sono rimasti nella Opel.

E' accaduto in via Marcello Chiatante, una delle vie principali della zona industriale di Lecce. La Meriva è stata poi ritrovata, poco dopo,  dal personale della questura, alla periferia di Surbo. Sul luogo della rapina sono intervenuti, allertati dalla stessa vittima,  gli agenti di polizia delle volanti, assieme ai colleghi della scientifica per eseguire i rilievi. L'intero carico di "bionde" è stato svuotato dai malviventi, per un valore ancora in fase di quantificazione.

Al vaglio degli inquirenti, oltre alla descrizione fornita dalla 38enne, eventuali videocamere di sorveglianza installate all'esterno degli stabilimenti della zona industriale del capoluogo salentino. Sul posto, inoltre, sono stati fatti intervenire anche i sanitari del 118, a bordo do un'autoambulanza, per soccorrere la malcapitata a seguito del forte choc. La donna è stata accompagnata in ospedale, dove è tenuta sotto osservazione dal personale medico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto armato nella zona industriale. Rapinano auto di una commerciante e fuggono

LeccePrima è in caricamento