Rapinatori nel bar fuggono con 7mila euro ma perdono una pistola

E' successo attorno alle 14,30 a Lecce, in viale della Repubblica. Sul posto la squadra mobile. L'arma è vera, a tamburo

LECCE – Un colpo da 7mila euro. Tanto è stato quantificato, come bottino, per una rapina avvenuta attorno alle 14,30 di oggi a Lecce, in viale della Repubblica, ai danni del “Bar Andrea”, sotto le arcate delle ex Case Magno.

Tutto è avvenuto in pochi istanti. Due soggetti, all’improvviso, sono entrati a piedi nel locale, indossando passamontagna. Uno di loro era armato di pistola. Ma all’interno del locale non hanno ceduto subito alla minaccia. Il padre del titolare, infatti, che si trovava all’interno, ha avuto una colluttazione con uno dei malviventi. Riuscendo in qualche modo anche a disarmarlo. Perché la pistola è caduta e i rapinatori, a quel punto, se la sono svignata, facendo perdere le tracce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A fronte di un'arma persa, i due hano comunque portato via un bottino ragguardevole, tutto di soldi in contanti. Sul posto, per le indagini, è intervenuta la squadra mobile. Gli investigatori hanno sequestrato la pistola, risultata un’arma vera, a tamburo. Ora sarà sottoposta a tutte le perizie del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento